(Parma 1966), laureato in Architettura al Politecnico di Milano, è Dottore di Ricerca in Composizione Architettonica (Università IUAV di Venezia, relatore prof. Giorgio Grassi).
Attualmente insegna Composizione Architettonica nella sede di Mantova della Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano-Leonardo.
Ha svolto attività didattica e di ricerca presso la facoltà di Architettura dell'Università degli Studi di Parma, presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano-Bovisa e presso le Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano-Leonardo nelle sedi di Mantova e di Piacenza.
I suoi studi e ricerche vertono sulla Composizione Architettonica, argomento sul quale ha scritto alcuni saggi con particolare riferimento al dibattito inerente la questione del carattere degli edifici.
Ha organizzato numerosi eventi di Architettura, tra cui ricordiamo le mostre sull'opera di Giorgio Grassi (con Silvia Malcovati) e di Heinrich Tessenow (con Silvia Malcovati e Michele Caja), oltre che essere stato relatore e curatore di conferenze e seminari.
Ha partecipato a numerosi concorsi di Architettura molti dei quali hanno conseguito premi e riconoscimenti.
Vive e lavora a Basilicanova, nei pressi di Parma, dove si occupa prevalentemente di Progettazione Architettonica.
Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr