Atelier della natura di Appennino: Dedalus

Il progetto "Dedalus: Atelier della natura d'Appennino" promosso dal Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano, nasce dal presupposto di individuare soluzioni innovative per divulgare informazioni e sensibilizzare il pubblico sui temi della biodiversità, del patrimonio naturale e della conservazione della natura.

Dedalus: Atelier della Natura d'Appennino è un ambiente di sperimentazione, ricerca e immersione in un ambiente dove la natura, nelle sue diverse forme, può essere indagata e capita attraverso esplorazioni, osservazioni, giochi e attività in grado di suscitare stupore, curiosità e stimolare creatività e approfondimenti. E' un luogo esperienziale di ispirazione e contaminazione, che coinvolge, divertendo e facendo riflettere, dove si è cercato di conciliare l'approccio scientifico con quello "emotivo", la conoscenza con il valore della natura.

Quattro differenti ambienti /percorsi didattici:

  • il roveto
  • la faggeta
  • la tana del lupo
  • il labirinto di tronchi

Quattro diversi modi di osservare la natura: entrare e superare il roveto come solo un cinghiale sa fare, oppure strisciare come un "biacco" nel labirinto di tronchi, immedesimarsi in uno scoiattolo o un uccello osservando il bosco dall'alto di un albero e infine entrare nella tana del lupo per conoscerlo meglio…

Questo è solo l'inizio di Dedalus… un luogo dove incontrare piante, animali, funghi, ambienti…un piccolo pezzo della grande Biodiversità del Parco, biodiversità che è da proteggere per vivere meglio tutti…


Proposte per le scuole in visita all'Atelier della Natura d'Appennino

Modulo didattici:
Alla scoperta di DEDALUS l'atelier della natura d'Appennino (durata 3 ore circa)
DEDALUS Plus Atelier della natura d'Appennino + laboratorio sulla Biodiversità (Giornata Intera)

Laboratori A scuola di biodiversità

PDF Brochure Dedalus (6Mb)

Ma, Biodiverso da chi???
A chi è rivolto: scuola primaria, medie inferiori, medie superiori
L'evoluzione biologica che plasma la vita sul nostro pianeta da miliardi di anni ha portato alla manifestazione di una incredibile ricchezza di forme di vita che si esprimono attraverso tre diversi livelli, in un crescendo di complessità: diversità genetica, di specie e di ecosistemi.
La biodiversità è fondamentale non solo per noi, ma per tutti gli esseri viventi della Terra, di oggi e di domani. E' il pilastro della salute del nostro pianeta che influisce sulla qualità dell'aria e dell'acqua, sulla fertilità del suolo e quindi sulle coltivazioni, sul clima...
Conoscere la biodiversità e i "servizi" che ci offre ci aiuta a comprenderne il valore e l'importanza.

Senti chi parla…
A chi è rivolto:
scuola dell'infanzia - scuola primaria, medie inferiori
Scopriamo le voci della natura e che rumore fa il silenzio? impariamo ad ascoltare. Nel mondo animale non sentiamo tutti allo stesso, alcuni hanno un udito più fine in grado di percepire rumori lontani, altri usano gli ultrasuoni. Sperimentiamo la nostra capacità e quella di alcuni animali all'ascolto dei suoni. Il suono può essere un mezzo di comunicazione, di orientamento, indispensabile per cibarsi e riprodursi.. Il suono è anche la prima fonte di un'arte antica: la musica, che ha portato alla nascita di diversi strumenti musicali e tecniche vocali in tutto il mondo. Troviamo modi naturali e ancestrali di produrre suoni e comporre musica con la costruzione di piccoli strumenti utilizzando ciò che ci è fornito dall'ambiente.
Parco in musica con il concerti finale!

A Caccia di...Biodiversità
A chi è rivolto:
scuola primaria, medie inferiori, medie superiori
Attraverso una mappa i partecipanti dovranno individuare tutti gli animali presenti nell'atelier e collocarli nell'ambiente giusto. Dopo una breve passeggiata a gruppi gara finale orienteering /caccia al tesoro lungo un percorso con diversi punti di controllo nei quali i partecipanti dovranno rispondere a domande o risolvere quesiti di tipo naturalistico.

Dimmi cosa mangi...ti dirò chi sei - costruiamo una rete alimentare
A chi è rivolto:
a partire dagli 8 anni
A) Costruiamo una mappa delle relazioni alimentari tra i vari esseri viventi del nostro territorio. Dai microrganismi, alle piante, fino ai carnivori i, passando per la fauna minore, l'ambiente accoglie una fitta rete alimentare dove ogni organismo è fondamentale alla sussistenza del livello successivo. Raccogliamo gli indizi degli esseri viventi più rappresentativi attraverso giochi ed enigmi per sviluppare la Rete Alimentare
B) L'alimentazione è la prima necessità vitale che ci mette in comunicazione con gli altri esseri viventi, scopriamo come ragionando sugli alimenti che utilizziamo. Attraverso esperienze dirette ed osservazioni scopriamo cosa significano termini come alimento biologico e km0 e come le nostre abitudini alimentari incidano sulla nostra salute, su quella di altre popolazioni e sull'ambiente.

Sui sentieri dell'uomo nella natura, l'uomo modifica la natura o la natura modifica l'uomo?
A chi è rivolto:
scuola primaria, medie inferiori, medie superiori
L'uomo fa parte di questo Pianeta Terra da più di 200.000 anni e ha sempre interagito con esso. Come l'uomo modifica l'ambiente? Impariamo ad osservare ciò che è naturale e ciò che è artificiale, scopriamo come l'uomo modifica costantemente l'ambiente in cui vive e come l'ambiente stesso abbia modificato l'uomo e le sue abitudini.

Per fare un Albero
A chi è rivolto:
scuola dell'infanzia - scuola primaria
Osserviamo gli alberi e raccogliamo gli elementi che li distinguono. Dall'osservazione diretta del bosco sarà possibile individuare gli alberi di specie diverse e le loro caratteristiche. Un percorso per prendere coscienza della ricchezza che offre la biodiversità, scoprire i nomi di alcuni alberi i loro utilizzi e alcune curiosità.. Gli alberi e l'ambiente in cui vivono sono stati fonte d'ispirazione per miti, racconti ed opere d'arte, oltre che di materiali utili alla sussistenza.
Costruiremo dunque le nostre opere con i materiali raccolti.

Imparar camminando
A chi è rivolto:
scuola primaria, medie inferiori, medie superiori
Brevi escursioni di 2 o più ore su facili sentieri del parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano, accompagnati da esperte guide ambientali che ci permetteranno di scoprire camminando con occhi e orecchie ben aperte. Giochi e attività lungo il percorso sulla biodiversità

E' inoltre possibile richiedere l'organizzazione di un soggiorno di uno o più notti presso strutture appositamente convenzionate, ("Primavera nel Parco o Estate nel Parco") combinando la proposta didattica di Dedalus con altre esperienze nel Parco Nazionale dell'Appennino scrivendo a: dedalusnatura@gmail.com o educazioneambientale@parcoappennino.it

Dove siamo:
DEDALUS è situato a Cervarezza Terme in Appennino Reggiano nel Parco Nazionale Tosco Emiliano Gli spazi e le attività didattiche proposte dall'Atelier Dedalus vengono gestiti dal Parco Avventura Cerwood" che si avvale di uno staff operativo (in accordo con il Parco nazionale Appennino Tosco Emiliano) di animatori ambientali, guide ambientali escursionistiche ed esperti del settore educativo ambientale.

Informazioni e prenotazioni: dedalusnatura@gmail.com
Parco Avventura Cerwood 348/4060500 - info@cerwood.it - www.cerwood.it
PDF Scheda di conferma iscrizione (61Kb)

Siamo disponibili ad effettuare presentazioni e incontri nelle scuole.

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr