Estate nei Parchi

Soggiorni nei Centri Visita e Punti Info del Parco nazionale dell'Appennino tosco emiliano

Proposta didattica elaborate per bambini e ragazzi dagli 8 ai 13 anni

Il progetto, di tipo culturale-educativo, si inserisce a pieno titolo nelle strategie di educazione ambientale a carattere residenziale, attivate nel corso degli ultimi anni dal Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano, dedicate agli studenti.
I soggiorni che verranno proposti prevedono di far leva sui valori di eccellenza del territorio, a partire da quelli naturalistici, paesaggistici, storici e culturali per attivare le risorse umane esistenti, indurre nuove attività, rafforzare l'identità locale e le comunità dei borghi e promuovere pertanto stili di vita improntati al rispetto della natura e alla sostenibilità ambientale nell'accezione più ampia del termine.

Bambini e ragazzi, durante i soggiorni, saranno suddivisi in gruppi in base all'età e svolgeranno attività di visita, conoscenza e pratica dell'ambiente del Parco Nazionale, attraverso l'esperienza diretta del territorio acquisiranno strumenti utili alla loro crescita e formazione riscoprendo valori naturali e storici, diversità, identità e senso di appartenenza al territorio.
Ogni gruppo sarà guidato da un tutor/educatore di riferimento, individuato dalle strutture ricettive e da un tutor aziendale, che si occuperanno degli aspetti organizzativi e formativi e coordinato da un referente dell'Ente Parco.
I soggiorni intendono proporre attraverso la pratica quotidiana e diretta dell'ambiente e della vita dell'uomo in ambiente, esperienze e stili di vita improntati alla sostenibilità e al rispetto.

Il progetto prevede la realizzazione di soggiorni della durata di 7 giorni - 6 notti dal pomeriggio della domenica al pranzo del sabato. I genitori dovranno accompagnare i bambini
Ora di arrivo domenica: ore 16.00
Ora del Sabato attività 10 - 14.00.


Il pomeriggio del primo giorno e la mattinata dell'ultimo giorno faremo attività con i genitori, accoglienza, escursioni, giochi e visite.

Luoghi:
Centri Visita e Punti Info del Parco nazionale dell'Appennino tosco emiliano

  • Agriturismo Valle dei Cavalieri
  • Rifugio di Pratizzano
  • Rifugio dell'Aquila
  • Rifugio Segheria dell'Abetina Reale
  • Mulino dei Briganti Cerreto Alpi

Il parco effettuerà il coordinamento generale dell'esperienza e della logistica. Le attività potranno essere seguite quotidianamente dalle famiglie sul blog: www.parcoappennino.it/blog
I soggiorni sono realizzati in collaborazione con i punti info e centri visita del Parco, l'Atelier delle Acque e delle Energie di Ligonchio, la Casina Dei Bimbi, i comuni che hanno patrocinato l'esperienza.

Informazioni
Scrivere a: educazioneambientale@parcoappennino.it
vi invieremo il modulo di iscrizione, e tutte le ulteriori informazioni necessarie, gli abbinamenti nelle strutture e il collegamento con le domande di iscrizione degli amici.
I soggiorni saranno attivati al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti di 10 bambini.
PDF Modulo di iscrizione (74Kb)

Costo soggiorni: 295,00 Euro
Le cifre dovranno essere corrisposte a mezzo bonifico bancario alle strutture ricettive ospitanti nella seguente soluzione:
50,00 Euro al momento dell'iscrizione, dopo aver inviato il modulo compilato riceverete i dati della struttura ricettiva aspitante e i dati della struttura stessa cui fare il bonifico.
Il saldo della quota almeno una settimana prima dell'avvio del soggiorno.

Periodi
Scegli la tua settimana, ti affiancheremo alle iscrizioni di altri amici collocandoti nella struttura ricettiva rispondente al periodo, puoi segnalarci il desiderio ad essere collegato alle domande dei tuoi amici.

  • 16 - 22 giugno
  • 23 - 29 giugno
  • 30 giugno - 6 luglio
  • 7 - 13 luglio
  • 25 - 31 agosto
  • 1 - 7 settembre

Segui le nostre attività sul BLOG


Lupi vagabondi e pecorelle smarrite
Agriturismo Valle dei Cavalieri, Succiso

C'era una volta un paese che rischiava di essere abbandonato, allora gli abitanti fecero una riunione e decisero di unirsi per salvare quel loro borgo. Nacque così la Cooperativa Valle dei Cavalieri che alleva le pecore, fa il formaggio e ospita i turisti nel suo agriturismo.
Una vacanza rurale dove facciamo un po' i contadini, ma andiamo anche a cercare il lupo, che da queste parti si nasconde nei boschi e cerca di tendere agguati alle pecorelle del paese!
Escursioni guidate, laboratori del gusto (fare il formaggio, fare il pane) nell'ospitalità ruvida e sincera della gente di montagna.

Aquila, acqua e ambiente
Rifugio dell'Aquila, Ligonchio

L'ambiente dell'aquila, l'acqua nell'ambiente allora l'aquila cosa ci fa con l'acqua?
A Ligonchio, paese stretto tra le montagne del Parco Nazionale, c'è il Rifugio dell'Aquila, nuova struttura costruita con criteri ecologici che ospiterà i bambini, ma ci sono anche gli schiocchi, spettacolari formazioni rocciose dove l'aquila reale vive.
Visiteremo l'Atelier delle Acque e delle Energie "Di onda in onda", cammineremo con la guida alla scoperta del meraviglioso ambiente naturale del Parco, saremo inoltre protagonisti di attività artistiche e creative, laboratori del gusto e ci divertiremo tutti insieme in piscina.

L'eco del bosco a contatto con la natura
Rifugio di Pratizzano

Tra le provincie di Parma e Reggio Emilia, a 1250 mslm, si trova un posto meraviglioso: un bellissimo bosco di abeti e larici che fa da cornice ad un grandissimo prato. E' proprio qui che si trova il Rifugio Pratizzano. Avremo la possibilità di fare escursioni guidate nei dintorni, come il bellissimo lago del Ventasso e il meraviglioso panorama del passo della Scalucchia.
Nel prato attorno al rifugio ci divertiremo con attività sportive e giochi di gruppo. Preparareremo deliziose merende con il nostro chef, e assaggiaeremo i prodotti tipici che il nostro Appennino ha da offrire.

Nel rifugio degli abeti e delle stelle
Rifugio Segheria dell'Abetina Reale

Settimana nel Parco Nazionale dell'Appennino tosco-emiliano
Tra Boschi e avventure d'alta quota
Soggiornare in un luogo magico, immerso nella foresta del re… Nel cuore del Parco Nazionale, sul confine tra Emilia e Toscana, dove la sera si vedono le stelle tanto luminose e vicine che sembrano lucciole. Trekking, orientamento, scoperta dei frutti del bosco, del paesaggio dei laghi e della storia, giochi di sopravvivenza per una settimana avventurosa per i bambini che hanno lo spirito dell'esploratore.

Avventure da Briganti
Cerreto Alpi, Coop Briganti di Cerreto

Settimana nel Parco Nazionale dell'Appennino tosco-emiliano
A Cerreto Alpi piccolo borgo antico nel cuore del Parco nazionale incastonato tra faggete secolari, castagni e sorgenti. Per vivere una settimana in avventura con i Briganti di Cerreto, escursioni, storie , racconti e tante emozioni… dormire in un vecchio mulino, sentire le antiche fole raccontate dagli anziani del paese, passeggiare e giocare tra prati e sorgenti, scoprire i metati e le antiche carbonaie, i segreti del Real Bosco, qualche avventura e tanto altro ancora...

Obiettivi dell'esperienza
  • promuovere la conoscenza del territorio e la consapevolezza del paesaggio vicino, come il risultato dell'interazione continua fra fattori naturali e azioni umane, per contribuire a suscitare attenzione, sensibilità, responsabilità;
  • coinvolgere in modo diretto gli studenti in attività ed esperienze pratiche di studio, ricerca naturalistica e storico culturale nel territorio del Parco Nazionale;
  • la riscoperta delle attività strettamente legate all'ambiente (agricoltura, silvicoltura, turismo sostenibile ecc.) in una chiave moderna e contemporanea;
  • sensibilizzare gli studenti sull'importanza della conoscenza e della valorizzazione delle risorse territoriali, promuovendo la fruizione sostenibile della fascia di crinale;
  • riconoscere il territorio toscano del Parco come "un Parco tra i Parchi" cioè scoprire le aree protette circostanti, leggere le caratteristiche di diversi paesaggi, fare esperienza della ricchezza naturalistica presente sul territorio;
  • stimolare l'incontro-scambio tra giovani studenti e popolazioni locali per far nascere nuove opportunità e contaminazioni per il futuro di questo territorio
  • sensibilizzare i giovani verso i valori di sostenibilità, di tutela e di difesa ambientale mediante la costruzione di un rapporto positivo con la natura

Risultati attesi - valore aggiunto

  • La diffusione della conoscenza delle peculiarità naturalistiche e storico - culturali del Parco Nazionale e dell'Appennino e dei parchi limitrofi;
  • La presa di coscienza da parte degli studenti delle azioni dell'uomo sul paesaggio e sull'ambiente naturale e di un modo di vivere più integrato con la natura;
  • Il riconoscimento di elementi del paesaggio;
  • La creazione di una opportunità di contatto e scambio tra la popolazione locale e i giovani studenti, favorendo così la nascita di nuove idee e contaminazione per il futuro di questo territorio;
  • la realizzazione di microeconomie locali;
  • la qualificazione dei servizi offerti;
  • promuovere nelle nuove generazioni: una cultura del rispetto dell'ambiente e della sostenibilità;
  • stimolare l'abitudine a stili di vita improntati alla sostenibilità, alla salute;
  • imparare a prendersi cura della natura;
  • una tensione verso il mutamento degli stili di vita;
  • lo studio e la conoscenza del Parco come istituzione, come territorio ma soprattutto come risultato dell'incontro, nel tempo, tra uomo e natura;
  • la riscoperta dell'identità territoriale;
  • l'incontro con le popolazioni locali.

Il progetto prevede la realizzazione di soggiorni (della durata di 7 giorni - 6 notti)

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr