L'Autunno nel Parco nazionale dell'Appennino tosco-emiliano è una stagione ancora ricca di iniziative e eventi folcloristici e culturali, ed è ancora possibile svolgere molte attività all'aria aperta. Da un punto di vista paesaggistico è possibile godere degli splendidi colori autunnali dei boschi di quercia, castagno, faggio; anche le vette, coperte da vaccineti e praterie di quota assumono le intense tonalità autunnali rosse e gialle.

Tutti gli itinerari di trekking, bicicletta ed equitazione sono ancora agibili ed il clima mite, soprattutto sul versante toscano, permette di percorrerli anche quando le pianure circostanti sono già invase dalle nebbie. L'autunno è la stagione migliore per la raccolta di funghi e delle castagne e per la loro degustazione nelle sagre e nei ristoranti del Parco.
In autunno nelle valli del parco echeggia il suggestivo bramito dei cervi che vivono la stagione degli amori.

Autunno d'Appennino è la strategia messa in atto dal Parco nazionale dell'Appennino tosco-emiliano, in sinergia con altri enti del territorio (comuni, Comunità Montana dell'Appennino reggiano, GAL Antico Frignano e Appennino Reggiano, Provincia di Parma) alla quale fanno riferimento un insieme di azioni/progetti con valenze plurime:

  • percorsi di educazione ambientale (settimane studentesche sul territorio)
  • turismo naturalistico e innovativo e destagionalizzato.
  • recupero di biodiversità a rischio (il castagneto che sta perdendo velocemente capacità produttiva e caratterizzazione autonoma a causa delle malattie e dell'abbandono che lo trasforma in bosco ordinario)
  • recupero culturale e identitario dei borghi (il castagneto come albero del pane e il suo recupero come recupero del territorio abbandonato)
  • promozione di un cartellone eventi culturali, enogastronomici e artistici (convegni, mostre o concorsi di pittura e fotografia) comune che possa davvero promuovere l'Appennino in Autunno come nuova stagione turistica, mettendo in rete ed ottimizzando sinergie tra risorse pubbliche e aziende private del territorio.
PDF Autunno d'Appennino (4,6Mb)
Menu a Km zero
Castagneto scuola proposte didattiche
Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr