Nel 2010 ha preso avvio il "Progetto Life+ Gypsum: tutela e gestione di habitat associati alle formazioni gessose dell'Emilia Romagna", di cui anche il Parco Nazionale è partner.

Gli affioramenti gessosi sono ricchi di biodiversità e storia naturale; si tratta di ambienti rari e fragili su cui sono presenti diverse Aree Protette e Siti Rete Natura 2000, compresi tra le province di Rimini e Reggio Emilia.

In queste aree sono presenti ambienti e specie di grande interesse europeo: il progetto si concentra sulla tutela di alcuni habitat (grotte e comunità vegetali associate agli affioramenti gessosi) e su diverse specie di pipistrelli, analizza le minacce e propone interventi ed azioni per la buona gestione di questi delicati ecosistemi.

Il progetto Gypsum prevede il coinvolgimento degli studenti sul tema della conservazione della natura con attività didattiche e visite guidate ai Siti Rete Natura 2000 interessati, tra cui i GESSI TRIASSICI: lo scopo è quello di accrescere la sensibilità ambientale come frutto della maggiore conoscenza di questi luoghi

Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano, Province di Reggio Emilia e Rimini, Parchi Regionali della Vena del Gesso Romagnola (Ra) e dei Gessi Romagnoli (BO) Le Aree interessate dal progetto, tutte incluse in Rete Natura 2000, sono Siti di Importanza Comunitaria (SIC): 2 reggiani (Gessi Triassici e Ca' del Vento, Ca' del Lupo, Gessi di Borzano), 2 bolognesi (Gessi Bolognesi, Calanchi dell'Abbadessa e Gessi di Monte Rocca, Monte Capra e Tizzano) 1  ravennate (Vena del Gesso Romagnola) 1 riminese (Onferno).
Queste aree, designate dall'UE, rappresentano solo 1% di tutto il territorio regionale, ma il loro valore in termini di biodiversità è molto importante ed è quello che ha portato alla individuazione di Parchi e Siti Rete Natura 2000, la rete ecologica europea.
La particolarità e unicità del territorio reggiano è che possiede sia i gessi che risalgono al TRIAS (oltre 200 MA), sia quelli più recenti e più diffusi del Messiniano (circa 5-6 MA). In entrambi i siti saranno messe in atto numerose azioni volte a monitorare la qualità del patrimonio ambientale affinchè l'azione di tutela e di conoscenza di questi beni sia la più mirata possibile.

Info e contatti:
Info e iscrizioni: gypsum@parcoappennino.it - Tel. 0522/899402
Ulteriori approfondimenti: www.lifegypsum.it

Proposte didattiche e visite guidate per scuole e gruppi nella Valle dei Gessi


Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr