HomeConosci l'Ente ParcoProgetti › › ›

Di Onda in Onda - Atelier delle Acque e delle Energie

www.diondainonda.com

Nel cuore dell'Appennino reggiano, nella Centrale Idroelettrica di Ligonchio, un luogo simbolo dell'intelligenza e operosità dell'uomo, il Parco ha realizzato, con la collaborazione di Enel e l'ideazione originale di Reggio Children, un centro di alta qualificazione per l'educazione all'ambiente e alla scienza; un luogo offerto a bambini e ragazzi per incuriosirsi, porsi domande, fare ipotesi e verificarle.

Non un museo della natura - per quanto la natura sia il contesto generale, tangibile e percepibile dei luoghi dell'Atelier - ma un laboratorio di esperienze in relazione e a contatto con la natura, in cui la specificità di crinale del Parco, delle specie animali e vegetali autoctone, possono essere raccontate nella loro unicità e anche nel loro valore, rendendo evidente il disegno della natura che tutto connette e collega: energia di energie, sistema ove ogni elemento è interconnesso all'altro.

Con una scelta non consueta, ma fortemente emblematica, l'Atelier vive e opera non in una sede dismessa della produzione attraverso l'acqua, ma in una 'fabbrica' pienamente funzionante, in cui l'acqua continua ad essere usata a fini industriali e l'energia quotidianamente prodotta per essere immessa in rete e utilizzata.
Alla base del progetto un'idea che è invece consueta nelle linee progettuali del Parco: quella della messa in valore, in chiave moderna e dunque per nulla nostalgica o folcloristica, di ogni espressione di qualità del territorio. In questo caso poi si è generata l'unione, e la valorizzazione reciproca, di due eccellenze del tutto particolari: quella tecnologico/produttiva di una delle principali aziende del Paese e quella culturale/educativa dei nidi e delle scuole dell'infanzia di Reggio Emilia. Una ricchezza, questa, sviluppatasi dall'approccio di Loris Malaguzzi, per cui l'atelier è un luogo dove la progettazione si associa all'esplorazione e alla sperimentazione, la creatività al pensare e agire insieme, e in cui l'apprendimento coniuga teoria e concretezza, immaginazione ed espressività con cognitività e razionalità.

L'acqua è trasformazione e produce, nel suo movimento, energia. Ma l'acqua è altresì trasformazione di stato e risultato di un suo macrociclo complesso, di tempi lunghi e di distanze non visibili. Le prese, le stazioni, la centrale, il bacino sono luoghi di osservazione e comprensione dell'acqua come elemento portatore di vita (e di energia), rispetto agli ecosistemi specifici del Parco. Il contesto degli atelier contribuisce a fare capire, della produzione di energia, le forme applicative e la traduzione nella quotidianità del consumo, anche nella direzione di una educazione energetica e relativa alla sostenibilità.
Anche grazie a questa iniziativa il Parco si afferma come soggetto educante e innesta questa funzione in quella più generale e unitaria di fattore di ricerca e sviluppo, al servizio di tutte le componenti di una realtà territoriale complessa; un fattore di innovazione particolarmente rivolto alla preparazione, all'arricchimento e all'utilizzazione delle risorse umane.

L'Atelier di Onda in Onda, promosso dal Parco Nazionale dell'Appennino tosco-emiliano in collaborazione con il Comune di Ligonchio, Enel e con Reggio Children, è stato inaugurato nel luglio 2010, alla presenza di pedagogisti provenienti da ogni parte del mondo, e ha registrato ad oggi oltre 21.000 visite. Offrendosi come luogo dove poter sperimentare fenomeni fisici ed espressivi legati all'acqua e all'elettromagnetismo, si rivolge ai bambini dei nidi e delle scuole d'infanzia, alle scuole di ogni ordine e grado, agli insegnanti, alle famiglie, ai gruppi e alle delegazioni di studio internazionali.
Consulta il sito dell'Atelier www.diondainonda.com

L'Atelier, inoltre, nel 2012 è stato accreditato dalla Regione Emilia Romagna alla rete INFEAS come Centro di Educazione alla Sostenibilità (CEAS) con Delibera n° 692/12
Consulta il sito della regione Emilia Romagna

Proposte didattiche e visite guidate per scuole, gruppi e adulti


Galleria fotografica dell'Atelier

Trovati 99 risultati.
«
Pagina 3 di 4
»
Lavori realizzati senza interrompere il gran numero di visite
(25 Maggio 11)
Incontro con gli studenti dalla Thüringen-Oberschule
(19 Maggio 11)
Una vetrina per la vita culturale dell'Appennino tosco-emiliano
(09 Maggio 11)
L’Emilia Romagna promuove un network per valorizzare l’offerta educativa dei suoi territori...
(05 Maggio 11)
‘Di Onda in Onda’ protagonista della XIII edizione della Settimana della Cultura
(15 Aprile 11)
Per l’assessore regionale Bianchi anche l’Atelier di Ligonchio tra i fattori di qualità
(13 Aprile 11)
"Costruiamo una nuova immagine del Comune". Intervista al sindaco di Ligonchio
(31 Marzo 11)
A Ligonchio arte, scienza, natura e artificio
(31 Marzo 11)
Il volontariato si organizza per sostenere la nuova realtà pedagogica
(30 Marzo 11)
A Reggio Emilia manifestazione organizzata dal Centro Internazionale Loris Malaguzzi per il...
(24 Febbraio 11)
Intervista ai realizzatori del progetto
(01 Febbraio 11)
Delegazione di giornalisti in visita con il Parco
(29 Novembre 10)
Nasce l’associazione che vuole sostenere il Centro
(28 Ottobre 10)
Visiteranno il Parco e l’Atelier 'Di Onda in Onda'
(22 Settembre 10)
La terza edizione, dedicata a ‘I luoghi dell’educazione’ si terrà il 10 e l’11 settembre
(06 Settembre 10)
Dopo il meritato successo degli scorsi giorni, Il laboratorio con sede a Ligonchio prosegue nelle...
(13 Agosto 10)
Si inaugura nella Centrale Enel il completamento del campo base dell'Atelier delle Acque e delle...
(07 Luglio 10)
Presentato il 27 marzo il progetto esecutivo del “campo base” dell’Atelier delle acque e...
(07 Aprile 10)
«
Pagina 3 di 4
»
Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr