‘La Scuola nel Parco’ per la qualificazione di educatori e docenti.

La terza edizione, dedicata a ‘I luoghi dell’educazione’ si terrà il 10 e l’11 settembre

( 06 Settembre 10 )

La collaborazione tra il Parco nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano e il Centro di coordinamento per la qualificazione scolastica del Distretto di Castelnovo ne' Monti darà vita, nei prossimi 10 e 11 settembre, alla terza edizione del Seminario residenziale di Studi per Dirigenti scolastici, docenti ed educatori, ospitato dal Parco, che tanto successo ha già avuto nelle due precedenti edizioni.

Il tema conduttore scelto per questa due giorni - "I luoghi dell'educazione" - è di particolare interesse, anche perché si presenta strettamente legato all'esperienza del Parco, del CCQS e del territorio e alla nuova realtà didattica d'eccellenza attivata nel Parco dal luglio scorso, rappresentata dall'Atelier delle Acque e delle Energie di Ligonchio. Per questa ragione, e per utilizzare al meglio le potenzialità della nuova struttura, quest'anno è stato associato all'iniziativa il gruppo di progetto di Reggio Children e l'invito alla partecipazione è stato esteso ai responsabili dei servizi educativi dei parchi naturali dell'area "di mare e d'Appennino".

Il corso, oltre che a Ligonchio, si terrà presso la Casa Vacanze "Val Secchia" di Giarola: potrà insomma avvalersi di una situazione ambientale e culturale particolarmente adatta a stimolare la riflessione sulla funzione educante dei contesti, in particolare di quelli naturali, e sull'utilizzo di laboratori dedicati per l'educazione all'ambiente e alla sostenibilità e per l'affermazione dei valori pedagogici della ricerca, dell'ospitalità e della responsabilità. E potrà contare sul qualificato contributo di affermati pedagogisti quali Franco Azzali della Scuola Superiore Internazionale di Scienze della Formazione di Mestre e Marco Orsi, ideatore del progetto "A scuola senza zaino" e di dirigenti/formatori come Giancarlo Cerini, della Regione Emilia Romagna.

A Ligonchio inoltre, presso la Centrale Enel, saranno i pedagogisti di Reggio Children o del Comune di Reggio Emilia - Benedetta Barbantini, Maddalena Tedeschi – l'atelierista Giovanni Piazza e gli educatori della  Cooperativa "Il Ginepro", il fisico Olmes Bisi dell'Università di Modena e Reggio ad approfondire gli aspetti educativi legati al funzionamento dell'Atelier e delle sue istallazioni che offrono esperienze dirette in materia di acqua ed energia.

Saranno il presidente del Parco Fausto Giovanelli, l'assessore alla Scuola di Castelnovo Mirca Gabrini e  Chiara Torlai, responsabile del Centro di coordinamento per la qualificazione scolastica a fare gli onori di casa, ma anche a contribuire concretamente all'esame dei contenuti del corso rappresentando le linee di un lavoro – quello del Parco, del CCQS  e delle scuole del territorio - che vuole  contribuire ad una crescita costante delle risorse culturali e intellettuali dei cittadini residenti, anche attraverso la migliore conoscenza e la messa in valore delle eccellenze del territorio.

"I riferimenti culturali e i valori proposti dal corso" – sottolinea il presidente Giovanelli – "sono profondamente legati alla missione di un parco naturale, che deve essere anche quella dell'educazione ad una socialità basata sul rispetto e la promozione dell'ambiente. E la continua qualificazione del corpo docente costituisce un fattore essenziale per ottenere risultati duraturi a questo riguardo".

Conclude Mirca Gabrini, Assessore alla Scuola del Comune di Castelnovo ne' Monti e Referente del Ccqs: "la sinergia tra CCQS e Parco consente di puntualizzare gli obiettivi formativi delle Scuole di montagna su una forte identità territoriale, volta alla conoscenza e alla valorizzazione dei luoghi come contesti di apprendimento unici e pieni di potenzialità".

PROGRAMMA

1a giornata – Venerdì 10 Settembre 2010
Mattina: ore 8.30 - 9.00 Registrazione presso la sala della Casa vacanze "Val Secchia" - Giarola – Cinquecerri.

Ore 9,00 Saluti - Fausto Giovanelli, Presidente del Parco Nazionale dell'Appennino tosco emiliano e Mirca Gabrini, Assessore alla Scuola del Comune di Castelnovo ne' Monti, referente del Centro di Coordinamento per la Qualificazione Scolastica - CCQS.
Presentazione obiettivi e programma del corso - Chiara Torlai, Responsabile CCQS.

Ore 9.30 - 10.00 "Territorio, comunità, autonomie: gli ingredienti della buona scuola" - Giancarlo Cerini – Dirigente Ufficio Formazione ed aggiornamento del personale della scuola - supporto all'autonomia didattica - Ufficio Scolastico Regionale - Emilia Romagna.

Ore 10.00 - 13.00 "Per un approccio ecologico al curricolo" - Franco Azzali - Docente di Pedagogia generale Scuola Superiore Internazionale di Scienze della Formazione - Sisf - Università Salesiana
- Mestre e Presidente Centro Studi Pegaso di Mantova.
Ore 13.00 Pranzo Ristorante K2 di Cinquecerri

Pomeriggio: Ore 14.30 - 17.00 "Metodi e spazi per un'educazione sostenibile". Esempio di forme sperimentali nelle Scuole d'Italia: a scuola senza zaino" - Marco Orsi Responsabile generale e ideatore del Progetto "Senza Zaino".

Ore 17.00 -18.00 Conclusioni e rilanci "Dalle buone idee alle buone pratiche" - Giancarlo Cerini, Ufficio Scolastico Regionale – Emilia Romagna

Dibattito

Sera: ore 20.30 Cena a base di prodotti tipici presso il Ristorante K2 di Cinquecerri a seguire: "Musica e cultura d'Appennino"

2a giornata – Sabato 11 settembre 2010
ore 7.30 / 8.30 Prima Colazione

Ore 9.00 - 18.00 Atelier delle acque e delle energie. Saluto del Sindaco del Comune di Ligonchio, Giorgio Pregheffi. Nuove forme di Educazione Ambientale nel Parco: l'Atelier delle acque e delle energie – Fausto Giovanelli, Presidente del Parco Nazionale dell'Appennino tosco – emiliano.

La mattinata proseguirà con l'approfondimento dei seguenti temi:
1. Un'interpretazione dell'epistemologia delle scienze. Esperienze e progetti
2. Elementi di base dell'elettromagnetismo: la trasformazione dell'energia, calamite e campi magnetici, potenza e misurazione dell'energia.
3. L'acqua, le sue caratteristiche, il suo utilizzo e come essa crea energia elettrica.
4. "Di onda in onda. Atelier delle acque e delle energie": dallo studio di fattibilità al completamento del Campo Base", verso un atelier diffuso.
5. Gli ambienti di apprendimento del Campo Base: ricerche, proposte e potenzialità.
Relatori: Benedetta Barbantini, area Ricerca, Formazione e Consulenza di Reggio Children; Olmes Bisi, Professore Ordinario di Fisica Generale presso la Facoltà di Ingegneria di Reggio Emilia - Università di Modena e Reggio Emilia; Giovanni Piazza, Atelierista, consulente di Reggio Children; Maddalena Tedeschi, Pedagogista Scuole e Nidi d'Infanzia – Istituzione del Comune di Reggio Emilia; gli atelieristi/educatori dell'atelier "di onda in onda" - Cooperativa "Il Ginepro"

Pranzo presso l' Albergo del Lago" di Ligonchio
Il pomeriggio sarà dedicato alla visita interattiva dell'Atelier delle Acque e delle energie con suddivisione in gruppi e workshop negli ambienti di apprendimento

Ore 18.30 dibattito e conclusioni

Verrà rilasciato un attestato di Partecipazione.
Il pernottamento e i pasti del venerdì si terranno a Giarola e Cinquecerri. Il pranzo del sabato è previsto a Ligonchio. Si consiglia un abbigliamento comodo. Per il pernottamento è necessario munirsi della biancheria. La sede del corso verrà raggiunta con mezzi propri. Per partecipare è necessario iscriversi via mail o fax oppure contattando:

Natascia Zambonini, Parco Nazionale Appennino tosco-emiliano
tel 0522 890111 - cell. 320 4361998; natascia.zambonini@parcoappennino.it
Novella Notari, Centro di Coordinamento per la qualificazione scolastica
tel 0522 610276 cell. 3402670554; ccqs@comune.castelnovo-nemonti.re.it

Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr