Le Porte del Parco, luoghi di Appennino

"Le porte" sono altrettanti inviti a leggere, conoscere e apprezzare le emergenze più significative del Parco Nazionale e, attraverso di esse, a identificare e valorizzare il bello e il buono che c'è nell'Appennino Tosco Emiliano. Il Parco Nazionale infatti non è facilmente riconoscibile come sistema geografico circoscritto. E' costituito da un sistema di crinali che ha grande valore come tessuto connettivo tra aree e territori diversi, per clima, geologia, pedologia, natura, vegetazione, insediamenti e paesaggio umano. Questi territori contengono luoghi e valori di eccellenza dal punto di vista naturale, scientifico culturale ed economico.
Le Porte, ciascuna caratterizzata da nome e funzione diversa, sono realizzate talora presso punti panoramici ed emergenze ambientali, storiche, religiose e di paesaggio. Alcune consistono invece in spazi didattici o informativi, ovvero in centri significativi di attività di rilievo economico e sociale.

PDF Scarica il Pieghevole (8,8Mb)

Nella Lunigiana antica
Licciana Nardi (MS)
La fortezza delle Verrucole tra Appennino e Apuane
San Romano in Garfagnana (LU)
"Una terra per viverci, cavalli e uomini, a lungo" Attilio Bertolucci
Comano (MS)
Un paesaggio primordiale
Villa Minozzo (RE)
Tra natura ed arte
Fivizzano (MS)
L'insieme panoramico dei Parchi di mare e di Appennino
Comano (MS)
Il caseificio del Parco, ai piedi del Ventasso
Ventasso (RE)
Tra laghi e vallate
Corniglio (PR)
Centrale idroelettrica: laboratorio di pedagogia della scienza e della natura
Ventasso (RE)
La cartolina del '900
Castelnovo Nè Monti (RE)
Nella Valle di Corfino e Sassorosso
Villa Collemandina (LU)
"L'Appennino profondo" e la casa di Attilio Bertolucci
Monchio delle Corti (PR)
La porta dei pellegrini, lungo il cammino della via Francigena
Filattiera (MS)
Balcone panoramico presso lo spartiacque tra i fiumi Enza e Secchia
Ventasso (RE)
La montagna del Purgatorio e l'Appennino
Castelnovo Nè Monti (RE)
Sulla frontiera climatica continentale
Ventasso (RE)
Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr