L'età del Risorgimento ha trovato in Anacarsi Nardi, nato nel 1800 in una frazione del Comune di Licciana Nardi, uno dei suoi patrioti. Durante i moti del '30-'31 viene chiamato a Modena dallo zio, a capo del governo provvisorio con carica di Dittatore, ed è nominato Segretario del Governo. Con il fallimento dell'insurrezione, zio e nipote si rifugiano a Corfù per qualche tempo, poi Anacarsi continua la sua lotta intraprendendo nel 1844 una spedizione nel Regno delle Due Sicilie insieme ai Fratelli Bandiera, con l'intento di provocare anche in quelle terre i moti di rivolta. La spedizione fallisce, il gruppo viene coinvolto in un conflitto con i soldati Borboni ed i superstiti, tra i quali anche Anacarsi vengono fucilati a Rovigo, in Provincia di Cosenza. Nel 1910 i suoi resti sono stati trasferiti a Licciana Nardi, dove è stato eretto in sua memoria un monumento. E' in fase di realizzazione un museo del Risorgimento che ricordi la figura del patriota, presso Apella, il suo paese natale.

Altre info: www.bagnonemia.it/Nardi%20A/Anacarsi_Nardi_doc.htm

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr