Sulla frontiera climatica continentale

Sul passo del Cerreto, c'è il punto più alto in cui la S.S. 63 svalica in Lunigiana tra l'Alpe di Succiso e le creste della Valle dell'Inferno, qui passano il sentiero Italia e dall'Alta Via dei Parchi, attraversando un Sito di Interesse Comunitario (SIC) che comprende le conche glaciali dei laghi Padule e le vicine gole dell'orrido degli Schiocchi.
E' confine geografico e storico, coinè di linguaggi e di culture, di climi e di cibi: qui si incontrano e si contaminano il continente e il mare, l'Europa e il Mediterraneo, l'habitat della quercia e quello dell'ulivo, i boschi di castagno e i campi di farro, la tradizione del burro e quella dell'olio, tra la nebbia della pianura Padana e il tepore delle Cinque Terre.
Nelle giornate limpide, lo sguardo può spaziare dalle montagne circostanti spesso innevate, alla striscia azzurra del mar Ligure con i profili d'ombra delle sue isole.
Qui il Parco Nazionale riassume e interpreta la sua duplice dimensione Tosco-Emiliana, che appartiene del resto, all'Appennino di cui il Parco porta il nome.

Località: Passo del Cerreto Comune: Ventasso(RE) | Regione: Emilia-Romagna | Localizza sulla mappa
Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr