Arrampicata

La Pietra, paragonata da Dante al monte del Purgatorio, è il residuo di una più estesa bancata di arenaria che nei millenni si è frantumata a causa della minore consistenza delle marne e delle argille su cui stava appoggiata.
La salita sul tavolato sommitale è una piacevole e facile passeggiata, premiata all'arrivo da un panorama senza eguali su tutto l'arco appenninico.
Per chi ama le scalate, la Pietra è la più interessante e completa palestra di roccia di tutta l'Emilia Romagna, anche se, per le sue caratteristiche geografiche, morfologiche e tecniche, è ben fruibile dagli alpinisti e dagli escursionisti di tutta l'Italia settentrionale. E' ottima anche per la recente pratica del bouldering per la quale si prestano i numerosi massi sparsi intorno al monte. La Pietra offre diverse appassionanti lunghe vie, se ne trova una dettagliata descrizione nel sito ufficiale dello IAT di Castelnovo Monti www.appenninoreggiano.it nella pagine dedicate agli sport di montagna.
Sul versante nord dei canaloni dell'Alpe di Succiso, invece, nel periodo invernale è possibile cimentarsi nell'arrampicata sui canaloni ghiacciati, ovviamente debitamente attrezzati e preparati.
Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr