Madonne e folletti, portali e affreschi

Un tuffo in 2 borghi appenninici: Bosco e Sesta, tra profumo di legna, e le storie intrecciate di Uomo e Natura

Sabato 23 Febbraio 2019

Che cosa racconta il fumo della legna di faggio bruciata nei camini del paese? Qui tutto parla della storia e degli uomini che vi hanno vissuto (e che ci vivono): maestà, faccioni, stemmi, iscrizioni, portali, persino affreschi di personaggi famosi degli anni '70, che un pittore parmigiano dipinse sui muri delle case… In questa fetta d'Appennino che si adagia sul versante nord del crinale principale, l'Unesco ha decretato che l'Uomo vive e ha vissuto in piena armonia con la Natura (è recente l'ammissione tra le Riserve Uomo e Biosfera - Mab Unesco). La misura di quest'armonia si legge chiaramente nella magia dell'atmosfera dei borghi appenninici, in cui tutto è pensato per garantire e facilitare la vita in un ambiente naturale anche duro, i passaggi voltati, le case ravvicinate, le architetture tipiche che andremo a scoprire passeggiando tra borghi e natura.

  • Tempo di durata della visita/camminata 2-2,5 ore; orario di termine previsto: 12 circa. Trasferimenti con auto proprie da Lagdei a Bosco e poi Sesta.
  • Grado di difficoltà: facile (camminata in paese con lievi dislivelli). Necessità: cuffia, sciarpa, guanti, scarponi. Al termine possibilità di mangiare qualcosa insieme nella trattoria del paese.
  • Quota individuale accompagnamento: € 10 adulti, € 5 bambini.

Prenotazione obbligatoria Antonio 328.8116651 (e durante il week end delle ciaspolate Rifugio Lagdei 0521.889353) antonio.rinaldi.76@gmail.com - www.terre-emerse.it / Fb Terre Emerse


Tag: escursioni, racchette da neve, ciaspole, famiglie
Luogo: Rifugio Lagdei, ore 09.30 Rifugio Lagdei /10.00 Bosco   Comune: Corniglio (PR)  Regione: Emilia-Romagna  
Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr