Il nucleo insediativo di Gombio ha origini molto antiche e risulta già documentato nel XII secolo. A monte del borgo, rimangono i ruderi del Castello di Gombio, quasi completamente distrutto, mentre circa 1 km ad ovest, isolata dal resto dell'abitato, vi è la Chiesa di Santa Maria di Gombio. La ristrutturazione del borgo ha previsto soltanto alcuni interventi localizzati, che non hanno compromesso la lettura delle originali strutture edilizie, tra le quali le case a torre '500esche della famiglia Ridolfi e della famiglia Landini, portali ed elementi scolpiti in pietra riconducibili al XIV secolo sulle facciate degli altri edifici.
Località: Castelnovo ne' Monti  (RE) | Regione: Emilia-Romagna | Localizza sulla mappa
Condividi su
 
© 2021 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54013 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1 PagoPA
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr