Piazzale Lago (1346 m), le Mandrie (1500 m), il Costone (1607m), Passo di Belfiore (1669 m), bivio presso Fontanini (1350 m), Bivio per Rialbero (1350 m), Bivio per Monte Maccagnino (1330 m), Piazzale Lago (1346 m)

A piedi Ciaspole          
  • Partenza: Piazzale del Lago del Cerreto (1346 m)
  • Arrivo: Lago del Cerreto
  • Tempo di percorrenza: 4 ore 30 minuti
  • Difficoltà: Impegnativo
  • Segnavia: bianco/rosso 649 - GEA 00 - 649C

Percorso che richiede un buon allenamento, per la lunghezza e per la presenza di due salite impegnative in località "il Costone" e poco prima di arrivare al passo di Belfiore
Si parte dal piazzale del Lago seguendo i segnavia del sentiero 649; si percorre la scalinata posta a sin prima del Park Hotel; quindi si prende la strada asfaltata che conduce verso gli ultimi condomini di Cerreto Laghi, percorrendo sempre la strada principale in salita che dapprima è asfaltata e quindi diventa una carrareccia; dopo tre curve (quota 1410) sulla sinistra troviamo l'indicazione del sentiero n. 649; esso è ben tracciato nel bosco, attraversa la nuova variante della pista da discesa n. 3 e quindi dolcemente e costantemente sale nel bosco.

Dopo circa un'ora, al termine di una breve salita, si giunge in un tratto pianeggiante tagliato da due ruscelli. E' questa la località Le Mandrie, che si estende verso l'alto a destra.
Lasciato questo tratto pianeggiante, si affronta la salita impegnativa che porta al Costone, quindi si percorre una faggeta, con minime variazioni di altitudine ed attraversamento di alcuni prati, fin che il bosco non dirada ed inizia la salita che conduce al passo Belfiore. Quest'ultimo tratto di poco meno di 100 mt. di dislivello è consigliabile soltanto a persone ben allenate, ma vale la fatica una volta giunti sul crinale, per il magnifico panorama che si affaccia sui monti vicini.
Proprio nella fase iniziale della salita troviamo il bivio con il sentiero 649 C, che successivanente dovremmo prendere per tornare a Cerreto Laghi.
Questo conduce dolcemente alla strada carrareccia di mezza costa (strada Nardini), che incrociamo nei pressi della località Fontanini. Da questo punto percorriamo, con un'alternanza di brevi salite e discese, la sterrata che incrocia il sentiero 647 B per Riarbero ed il 649 D per monte Maccagnino e che ci riporta in circa 40' nei pressi del condominio Cozzani, quindi al piazzale del lago.

Scarica il pdf del sentiero: PDF fronte e PDF retro

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr