I Parchi Nazionali Saranno tutti ZEA

zone economiche ambientali

( Sassalbo, 03 Settembre 20 )

"I parchi nazionali saranno tutti ZEA (zone economiche ambientali) e quindi le piccole e medie imprese che hanno sede nel perimetro, avranno sostegni per tutte le loro azioni Green. L'emendamento oggi approvato dal Parlamento corregge una precedente limitazione (a beneficiare erano solamente quei territori che avevano il 45% dei comuni all'interno del proprio perimetro).  
Il Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano ne risultava completamente escluso. Ora è completamente incluso e ci sono 40 milioni su Decreto Rilancio" - lo comunica l'Onorevole Antonella Incerti, che con altri colleghi anche il gruppo del PD e 5 Stelle hanno seguito e promosso l'iniziativa parlamentare ora approvata con successo. 
E' una cosa di grande valore-dice Fausto Giovanelli presidente del Parco Nazionale dell'Appennino tosco-emiliano perché oltre questa trance di finanziamento sul Decreto Rilancio, ci sarà un flusso permanente di incentivi agli operatori nei parchi. Questo va a completare il principio di legge cui all'interno dei parchi le azioni economiche coerenti con l'ambiente e la sostenibilità vengono promosse. Nel nostro Parco all'interno del perimetro abbiamo Cerreto Laghi, Corniglio, Sassalbo, Sologno,Torsana, Camporaghena, Ventasso Laghi, Giuncugnano, Lagdei, Lagastrello e Pradarena. Complessivamente sono quasi a un centinaio di operatori.  Li informeremo in modo che possano beneficiarne concretamente.

Condividi su
 
© 2020 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54013 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1 PagoPA
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr