Firmato l’accordo per il museo di San Pellegrino

Un’intesa per la gestione e la valorizzazione

( Sassalbo, 30 Luglio 19 )

Il consiglio dell'Unione Comuni Garfagnana, nella seduta del 29 luglio, ha approvato il protocollo d'intesa per la gestione e la valorizzazione della collezione etnografica, resa fruibile presso il Museo Etnografico Provinciale Don L. Pellegrini, nei locali dell'Antico Ospedale a San Pellegrino in Alpe, di proprietà della Parrocchia dei Santi Pellegrino e Bianco.

Il ruolo strategico del Museo - sia per la posizione geografica quale via di collegamento tra le Province di Modena e di Lucca sia per l'importante patrimonio storico culturale della raccolta, di primario rilievo nell'ambito provinciale, regionale e nazionale - ha portato alla stipula di un accordo che vede coinvolti numerosi soggetti istituzionali per la partecipazione alla gestione e valorizzazione del Museo Etnografico stesso: il comune di Castiglione di Garfagnana, il comune di Frassinoro, l'Unione Comuni Garfagnana, l'Ente Parchi Emilia Centrale, il Parco Nazionale dell'Appennino Tosco- Emiliano, la Provincia di Lucca e la Parrocchia dei SS. Pellegrino e Bianco di S. Pellegrino in Alpe.

L'Unione Comuni Garfagnana, nella sua missione di promozione e valorizzazione dell'identità territoriale e culturale, da sempre sostiene o partecipa a collaborazioni atte alla conservazione e fruizione a vari livelli ciò che del nostro territorio rischia di scomparire e lo realizza  principalmente attraverso l'attività ultradecennale della Banca dell'Identità e della Memoria anche trovando collaborazioni virtuose sul territorio. Con una variazione di bilancio ha destinato 10 mila euro per il rilancio del progetto riconoscendone l'alto valore culturale e sociale per tutta la Garfagnana.

Il presidente facente funzioni dell'Unione Andrea Tagliasacchi esprime la propria soddisfazione per la sinergia raggiunta dai soggetti coinvolti ed, in particolare, per lo sforzo dell'Unione a sostenere l'iniziativa, per il rilancio del progetto in uno dei luoghi simbolo della Garfagnana e dell'Appennino tosco emiliano sia in termini culturali che di ritorno economico/turistico che la riapertura del Museo potrà catalizzare.

Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr