Progetto ‘I CARE APENNINO’: Filiera Corta e Solidale

Domenica 14 luglio appuntamento a Ravarano di Calestano (PR)

( Sassalbo, 10 Luglio 19 )

Il progetto "Filiera corta e solidale" realizzato dell'Azienda agricola Montagnana di Ravarano di Calestano (PR), produttrice di Parmigiano Reggiano biologico, insignito dalla Riserva della Biosfera UNESCO dell'Appennino Tosco Emiliano del brand "I CARE APPENNINO", la prossima domenica 14 luglio torna a riunire nell'alta Val Parma i piccoli produttori di eccellenze enogastronomiche e i Gruppi di Acquisto Solidale. L'appuntamento è a Ravarano, via Tavolana (zona lago).

L'obiettivo dell'iniziativa è quello di realizzare una rete di piccoli produttori presenti nell'area MaB UNESCO e mettere a loro disposizione la rete commerciale che l'Azienda Montagnana ha consolidato in questi anni grazie al contatto diretto con clienti e associazioni sensibili ai tempi della rispetto della biodiversità e organizzati in gruppi di acquisto consapevole.

In virtù di questo progetto l'Azienda gestita dalla Famiglia Ablondi ha ottenuto il brand della MaB

"I CARE APPENNINO" – spiega Fausto Giovanelli, coordinatore della Riserva di Biosfera e presidente del Parco Nazionale - non è un semplice logo o un'etichetta in più da applicare su un prodotto per certificarne le qualità. La strategia di branding dell'Appennino Tosco Emiliano intende essere l'identificazione e la valorizzazione del territorio, delle sue comunità come Riserva della Biosfera; è rivolta a clienti, consumatori e turisti, ma soprattutto a residenti e imprese, ai protagonisti della vita della MaB UNESCO. Attraverso 'I CARE APPENNINO' intendiamo esplicitare ciò che significa veramente essere MaB, ovvero un equilibrio tra uomo e biosfera, la qualità sociale e le relazioni umane, il senso di comunità di questo territorio, l'appartenenza, l'autenticità. Un equilibrio che deve essere evidente nelle comunità, nelle imprese e nell'economia; un equilibrio che si traduce nella parola sostenibilità. Abbiamo, quindi, riconosciuto il brand "I CARE APPENINO" al progetto "Filiera corta e solidale" perché è sicuramente un'iniziative il cui scopo è prendersi cura del territorio, della biodiversità e delle comunità dell'Appennino tosco emiliano."

Il programma della giornata prevede dei percorsi alternativi: la visita al Caseificio dell'Azienda agricola Montagnana dove viene lavorato il latte per produrre il Parmigiano Reggiano Bio, per seguire le diverse fasi di trasformazione; c'è anche la possibilità di rilassarsi sul greto del torrente Baganza, oppure fare un'escursione a pochi chilometri presso i Salti del Diavolo (formazione sedimentarie rappresentati da strette guglie e pareti rocciose che emergono improvvisamente) accompagnati da un geologo esperto della zona.

Ci si ritroverà tutti per il pranzo in Azienda (10€ a persona, gratuito per i bambini).

Nel primo pomeriggio verrà introdotto il brand "I CARE APPENINO" a cura del Riserva MaB Unesco dell'Appennino Tosco-Emiliano e sarà presentato il progetto "Sosteniamo la filiera corta e sostenibile", nell'ambito del quale si potranno conoscere prodotti e produttori locali.

Non dimenticare a casa scarpette, felpa, costume, telo. Per chi volesse è possibile arrivare fin dal sabato. A Tavolana è possibile campeggiare. Nell'arco di pochi km sono disponibili diverse strutture. Per informazioni Catia 339 6821763 - Nicolas 339 3827154

Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr