Domenica 8 luglio

( Sassalbo, 03 Luglio 18 )

Per il sedicesimo anno consecutivo, domenica 8 luglio a Busana di Ventasso (RE) prenderà il via l'ormai classica Ecomaratona del Ventasso. Ecomaratona del Ventasso rimane un appuntamento imperdibile per gli appassionati del trail running che potranno cimentarsi nelle distanze che quest'anno vengono messe a disposizione degli atleti, giunti da buona parte della penisola. Si parte alle ore 8.30 con la regina delle corse, l'Ecomaratona sulla distanza classica di 42 km e un dislivello positivo di 2300m; in coda alla maratona una 14 km non competitiva e alle 8.45 la Cadoniche Trail giunta alla quarta edizione e salita a 22km con passaggio al lago Calamone.

Dopo sedici anni il percorso della maratona si rinnova leggermente dando la possibilità ai partecipanti di attraversare per la prima volta il borgo di Marmoreto sino a lambire il fiume Secchia.

Sarà purtoppo impossibile raggiungere l'oratorio di Santa Maria Maddelana causa una frana ancora attiva nel passaggio della sassaia; ciò non precluderà il "tirone" e il passaggio del Calamone sino alla cima del monte Ventasso a quota 1727m.

All'interno del Parco Canevari, ci sarà spazio anche per i più piccoli, che si sfideranno tra i castagni secolari nel Mini Trail. Appuntamento per bimbi, genitori e nonni alle 10.15

Un nutrito gruppo di volontari anche quest'anno accompagnerà atleti e visitatori dal sabato pomeriggio sino alla domenica sera seguendo tutte le fasi di questa manifestazione che raccoglie attorno a sé un'intera comunità: accoglienza dei primi runner dal sabato pomeriggio, cena a base di pasta e, grande novità, polenta, gare della domeniche con ristori e il consueto pasta party per tutti sino ad attendere l'ultimo dei runner.

Anche quest'anno a fianco dell'Ecomaratona, il Comune di Ventasso, il Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-emiliano, i numerosi sponsor sostenitori, tra cui il main sponsor Salomon

Questo evento - dice il presidente del Parco Fausto Giovanelli - diviene messaggio di promozione turistica, rappresentando per il nostro Appennino un'occasione di scoperta del territorio, della sua cultura, della sua gente, delle sue componenti economiche e dei sui prodotti. Un'occasione, ancora, per promuovere un approccio gentile e sostenibile all'ambiente e alle sue forme di turismo sostenibile. Per questi motivi, l'evento rappresenta per  il Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano una manifestazione di grande rilevo.

Allegati
Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr