I Sindaci della Riserva Mab Unesco si incontrano a Rigoso

Martedì 17 nel Comune di Monchio delle Corti (PR)

( Sassalbo, 15 Maggio 16 )

La Comunità del Parco Nazionale si riunisce martedì 17 maggio alle ore 15 giorno a Rigoso nel Comune di Monchio delle Corti (PR), presso il 'Campeggio Val d Enza'. All ordine del giorno l'esame del bilancio  consuntivo 2015 e gli orientamenti per la integrazione e la  variazione di bilancio 2016. A seguire, dalle 16,sempre a Rigoso,si terrà un meeting di tutti i sindaci e rappresentanti dei Comuni facenti parte della Riserva Mab Unesco dell'Appennino Tosco Emiliano. Parteciperà l'assessore all'ambiente e alla montagna Paola Gazzolo.Scopo dell'incontro è la presentazione di un resoconto di attività dei primi 11 mesi della Riserva della Biosfera ivi compreso la presentazione di un progetto sul POR FESR Emilia,la prossima partecipazione alla rassegna SAPORI di FIVIZZANO e la preparazione di un workshop Mab Unesco di livello internazionale su Brand,prodotti di qualità e gastronomia del territorio. Quest'ultimo appuntamento,che è previsto per fine agosto e primi di settembre,si svolgerà al Castello di Torrechiara e proseguirà col Festival del Prosciutto a Langhirano e l'evento organizzato dalla città di Parma,per il suo riconoscimento Unesco di città creativa per la gastronomia.Verranno inoltre discussi tempi e modalità per la strutturazione della governance e di un programma d'azione ,dopo la conferenza mondiale di Lima.

Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr