VIII edizione della rassegna Appennino Gastronomico

Pubblicato il nuovo regolamento per l’edizione 2015

( Sassalbo, 25 Settembre 15 )

Il Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano, in collaborazione con Coldiretti e con la Scuola internazionale di cucina italiana – ALMA – di Colorno, propone l'VIII edizione della rassegna 'Appennino Gastronomico – Menu a Km Zero'. La novità di quest'anno è che sono chiamati a partecipare non solo i ristoratori del Parco Nazionale, ma tutti quelli presenti nell'Area 'Uomo e Biosfera' dell'Appennino Tosco Emiliano riconosciuta dall'UNESCO.

La formidabile ricchezza di produzioni tipiche di alta qualità - sessantaquattro tra DOP, IGP e denominazioni geografiche – ha, infatti, contribuito non poca all'affermazione di questo territorio come Riserva MaB UNESCO. L'Appennino Tosco-Emiliano è un paesaggio alimentare posto a cerniera tra il Nord padano, la penisola e il mare di Luni. La cultura materiale a cavallo tra la terra toscana e quella emiliana, con uno sguardo verso il mare, si ritrova a tavola, dove è possibile ancora ritrovare i travasi secolari in termini di enogastronomia e di tradizioni. Componenti cardine di questa tavola sono la "cultura del Parmigiano Reggiano" di montagna e del Prosciutto di Parma per il versante emiliano, la "cultura del castagno" ampiamente rappresentata nei versanti di Garfagnana e Lunigiana, e la "cultura del testo", il disco piatto utilizzato per la cottura sul fuoco che caratterizza la cucina appenninica dell'alta Toscana. Per valorizzare questa straordinaria koinè di sapori, frutto di filiere agricole corte capaci di fondere innovazioni tecnologiche e tradizione, il Parco Nazionale propone agli esercizi di ristorazione la valorizzazione dei prodotti agro-alimentari del territorio del Parco Nazionale e dell'Area MaB UNESCO dell'Appennino Tosco Emiliano. Obiettivo incentivare forme di turismo correlate alle eccellenze del territorio in una stagione turistica per certi versi ancora marginale come l'autunno, e incentivare le filiere agro-alimentari locali e tradizionali, avvicinando produttori, ristoratori e consumatori anche per contribuire alla riduzione dei gas "effetto serra" derivanti dal trasporto delle merci.

La richiesta di partecipazione alla rassegna deve essere inviata entro il 26 settembre. Ogni partecipante dovrà diventare ambasciatore di un prodotto o produttore dal territorio dei 16 Comuni del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano e dell'area del MaB. Per questo sarà chiamato a ideare un piatto che deve valorizzare il tema del prodotto e dei produttori del territorio. La proposta del piatto sarà costruita da ciascun operatore in seguito alla giornata formativa che avrà luogo il 29 settembre presso la sede di ALMA. La giornata di formazione sarà dedicata a 'Comunicazione e gestione del prodotto tipico'.

La ricetta realizzata con il piatto concordato dovrà obbligatoriamente pervenire ad ALMA entro e non oltre le ore 12 del 16 ottobre, corredata da foto.

La rassegna si svolgerà tra il mese di ottobre e quello di dicembre.

Come nella precedente edizione, i ristoratori otterranno un giudizio complessivo attraverso le votazioni pubbliche online (raccolte sul sito del Parco Nazionale) e una valutazione da parte di esperti di ALMA che si recheranno nei ristoranti che partecipano all'iniziativa. Al termine di questo periodo – come da regolamento – verranno stilate due differenti graduatorie, dove saranno premiati i primi tre ristoranti situati nei comuni del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano e i primi tre ristoranti situati nei comuni dell'area Unesco dell'Appennino. In entrambi i casi di parità verranno attribuiti i premi ex aequo. Saranno inoltre premiati i primi 3 migliori produttori scelti dai ristoratori, mediante una valutazione da parte dei giurati di ALMA.

I primi due classificati di entrambe le graduatorie parteciperanno gratuitamente, presso ALMA, a un corso di formazione di 2 giorni per 2 operatori per ciascuna struttura, comprensivo dell'ospitalità. Inoltre, al primo classificato sarà offerto un weekend per 2 persone presso un importante ristorante di montagna che rappresenta un esempio di valorizzazione del territorio.

PDF Regolamento

PDF Modulo di partecipazione

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr