Settimana da record ad Expo per il Parco Nazionale

( Sassalbo, 14 Settembre 15 )

Si è conclusa con numeri da record la settimana a Expo del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano. Sono stati 11.263 (9.982 italiani, 1.281 stranieri) i visitatori passati al Biodiversity Park interessati al mondo della biodiversità e al sistema dei Parchi italiani. Secondo è il Parco Nazionale della Maddalena e terze le Aree Marine Protette.

L'appuntamento con Expo Milano "Nutrire il pianeta, energia per la vita" ha rappresentato un'occasione fondamentale di promozione per il Parco Nazionale e per tutto il territorio MaB UNESCO.

La strategia complessiva di promozione condivisa ha messo il Parco e le proprie valenze ambientali, culturali e storiche al centro della manifestazione. Una vetrina mondiale che ha permesso al nostro parco di uscire dai suoi confini e di ampliare la sua diffusione.

La presenza della testimonianza del progetto strategico "Atelier DiOndaInOnda", dedicato all'educazione ambientale, ha suscitato molta curiosità e coinvolgimento nelle tante famiglie incontrate durante la settimana ad Expo.

Tanto interesse per i temi ambientali sottolinea il lavoro di sensibilizzazione che i parchi svolgono sui temi della tutela della biodiversita' e della sostenibilità. Sono diventati luoghi significativi del patrimonio culturale italiano e ogni anno svolgono un lavoro decisivo per la sua salvaguardia.

"La gioia di vivere deriva dall'incontro con nuove esperienze e quindi non esiste gioia più grande dell' avere un orizzonte in costante cambiamento, dal trovarsi ogni giorno sotto un sole nuovo e diverso" (dal film "Into the wild"): questo il commento di Daniela, Chiara ed Elisabetta alla fine della loro esperienza a Expo

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr