30 Sindaci sul progetto MAB UNESCO ed EXPO 2015

per l'Appennino tosco emiliano

( Sassalbo, 23 Aprile 15 )

Si è tenuto lunedì 20 aprile a Gazzolo (Ramiseto RE), presso la Latteria sociale del Parco , un incontro di lavoro di oltre 30 sindaci e amministratori locali sul tema  della candidatura MAB UNESCO dell'Appennino tosco emiliano e la partecipazione ad EXPO Milano 2015 . Una decisione dell'UNESCO sull'Area Mab dell'Appennino tosco emiliano sarà assunta il 10 giugno a Parigi e il suo esito è ancora incerto in attesa di chiarimenti e sviluppi del progetto. Il presidente del Parco Nazionale, Fausto Giovanelli e il Direttivo dell'Ente hanno promosso questo incontro per riferire i progressi compiuti verso il riconoscimento MAB UNESCO dell'Appennino tosco emiliano.
 

"L'incontro di Gazzolo segna un passaggio positivo - spiega il presidente Fausto Giovanelli - E' la prima volta che i rappresentanti di tutta l' area si ritrovano a ragionare insieme e il fatto che l'adesione sia stata pressoché unanime promette sviluppi importanti. Una conferma d'altronde visto che, al momento della proposta di candidatura, in due mesi avevamo raccolto l'adesione di 38 Comuni. L'effettivo riconoscimento potrebbe essere molto vicino, ma comunque  il Ministero dell'ambiente ci sta chiedendo di preparare un calendario di impegni come se avessimo fin da ora acquisito un ruolo nella Rete delle riserve della biosfera. Al di là della decisione di Parigi ci sarà comunque una convergenza tra i temi di Expo e quelli della MaB Appennino che ci offre importanti opportunità . Prima fra tutte una mostra  UNESCO sulle Aree già riconosciute o in procinto di riconoscimento".

La mostra, che vede coinvolti, insieme all'Appennino tosco emiliano, le Cinque Terre, la Sila , il Circeo, il Ticino, il Delta del Po, e le Dolomiti del Brenta, sarà allestita nella sede italiana dell'UNESCO a Venezia e poi circuiterà anche sui nostri territori Appenninici: Reggiano, Parmense, di Lunigiana e Garfagnana. Nel corso dell'incontro hanno preso la parola  i sindaci di Licciana Nardi, Monchio, Corniglio, Filattiera, Ramiseto, Villa Minozzo, Fivizzano, Langhirano, Piazza al Serchio. Per la  Presidenza della Regione Emilia Romagna è intervenuto il sottosegretario Andrea Rossi.
Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr