Succiso: cooperativa paese premiata dalla CIA

Un'esperienza originale di collaborazione pubblico-privato

( Sassalbo, 12 Novembre 13 )

Diverse realtà produttive del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano quest'anno hanno ricevuto molti riconoscimenti. Ultimo in ordine di tempo è quello che ha visto protagonista, ancora una volta, la Cooperativa-paese Valle dei Cavalieri di Succiso Nuovo, unica realtà reggiana a cui è stato conferito dalla Cia il premio "Bandiera verde agricoltura". L'11^ edizione di questo vero e proprio "Oscar" dell'agricoltura é stato consegnato lunedì mattina nella prestigiosa cornice della Sala della Protomoteca in Campidoglio a Roma;  a ritirare il premio è stato Dario Torri, presidente della Cooperativa. 
«Vogliamo esprimere le nostre congratulazioni alla Cooperativa Valle dei Cavalieri - afferma Giuseppe Vignali, direttore del Parco Nazionale - riprendendo le stesse motivazioni del premio. Siamo convinti, infatti, che il cammino fin qui percorso insieme, fanno della cooperativa di Succiso un esempio virtuoso di come una collettività, anche supportata dal Parco Nazionale e dagli enti locali, possa creare servizi generando un valore economico e occupazione. Iniziative di turismo sostenibile come 'Neve Natura e Cultura', rivolte a scuole e famiglie, sono state sperimentate per la prima volta proprio nel Centro Visita del Parco Nazionale a Succiso. Un'esperienza originale inedita di collaborazione pubblico-privato. Un seme che ha germogliato dando forza alla cooperativa che ha trovato motivazioni, risorse umane e spazio per un allevamento ovino e per una struttura destinata all'ospitalità, fiore all'occhiello per qualità e dinamismo. L'obiettivo principale resta quello di scongiurare il totale abbandono di un piccolo Borgo, ma anche quello di mettere al centro di un progetto condiviso la qualità della vita di chi vive qui e di chi viene per trascorrervi le vacanze. Per questo anche lo stesso Ente Parco ha voluto impegnare risorse su questo territorio, realizzando infrastrutture destinate a un turismo sostenibile e di qualità. Un cantiere a Succiso per spogliatoi e centro benessere per escursionisti e visitatori è in via di completamento in questi giorni.
L'esperienza della cooperativa di Succiso, studiata da tante realtà anche internazionali, può quindi fare da esempio ad altre comunità e piccoli centri  del crinale che possono ripercorrere e reinterpretare strategie e buone pratiche,di multifunzionalità e multilavoro, con l'obiettivo di servire i pochi residenti dei giorni feriali; di dare servizi e un ritrovo di qualità ai molti che ritornano nei fine settimana e di essere un centro di attrazione e servizi moderni per turisti e visitatori».

Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr