Museo del Sughero di Cervarezza

Realizzato nel 2006, il museo offre una collezione dei macchinari e degli attrezzi che, tradizionalmente venivano utilizzati per la lavorazione del sughero.

La realizzazione del Museo del Sughero a Cervarezza è un progetto ambizioso a cui hanno creduto e lavorato in molti nell'arco degli ultimi anni. A chi si avvicinerà a questa mostra chiediamo un impegno in più rispetto alla semplice osservazione delle macchine e degli attrezzi che troveranno esposti.

Chiediamo di guardare attentamente come si guarda un vecchio album di fotografie, sfogliandolo con attenzione pagina per pagina, soffermandosi qua e là ad immaginare o a ricordare. Dietro a questi vecchi macchinari, a queste attrezzature e fotografie, sono nascoste le origini e la storia di una comunità, che ha saputo trasformare un prodotto come il sughero, che nulla aveva a che fare con questi luoghi, in una fonte di lavoro e di sostentamento. Vogliamo ricordare l'estro, l'ingegno e la buona volontà di tanti uomini e donne che in condizioni estremamente dure e disagevoli, facendo leva sulla tenacia che da sempre caratterizza il vivere in montagna, hanno saputo diversificare le loro attività tradizionali, modificando i propri costumi e rendendo la lavorazione del sughero una produzione unica e di qualità nel nostro territorio provinciale. A queste donne e a questi uomini dedichiamo il Museo del Sughero, con la speranza che la tenacia delle passate generazioni possa essere di esempio e accompagnare anche le nuove generazioni nella sfida, non meno semplice, di proseguire quest'arte antica con lo sguardo rivolto però verso il futuro.

Località: Busana  (RE) | Regione: Emilia-Romagna | Localizza sulla mappa
Condividi su
Saletta Proiezioni Museo del Sughero di Cervarezza
Ingresso Reception Museo del Sughero di Cervarezza
Cervarezza 1901
 
© 2021 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54013 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1 PagoPA
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr