A piedi Ciaspole          Elevato interesse: flora Elevato interesse: panorama 
  • Partenza: Rifugio Lagdei (1257 m)
  • Arrivo: Monte Tavola (1508 m)
  • Tempo di percorrenza: 2-3 ore A/R
  • Difficoltà: T/E
  • Dislivello: 250 m
  • Segnavia: sentiero Cai 725, ciclopista, sentiero 00

Una facile escursione che consente di ammirare i diversi ambienti del Parco Nazionale, la foresta di abeti, gli ampi pascoli da cui la vista spazia sulla pianura e sul crinale appenninico e i boschi di faggio. Si parte dal Rifugio lungo il sentiero 725 che attraversa la maestosa Foresta di abeti dell'Alta Val Parma, superato il "Prato della Valle" si prende verso sinistra in salita in direzione Monte Tavola sul sentiero segnato come ciclopista.

Dopo alcuni tornanti in salita l'ampia traccia piega sul lato nord del monte, aggirandolo per poi ripiegare verso sud ovest fin a incontrare, in una valletta, l'incrocio con la variante al sentiero 00 di crinale. Da qui si segue la variante che sale tra i pascoli verso sud ovest fino a ricongiungersi allo 00 di crinale tra splendidi faggi isolati e ampi panorami. Giunti sullo 00, verso nord si raggiunge in breve la cima del monte Tavola 1508 m, mentre verso sud si raggiunge la Bocchetta del Tavola da cui parte il sentiero 725 che, attraverso un bel bosco di faggi, riconduce verso il sentiero dell'andata. Sulla cima e alla Bocchetta sono presenti due antichi cippi confinali tra il ducato di Parma e il granducato di Toscana. I sentieri Cai sono segnalati con segnavia bianchi e rossi, nella parte in cui si segue la ciclopista e nei pascoli i segnavia sono piuttosto radi, cartografia di riferimento: "Le valli del Cedra e del Parma". In condizioni di neve fresca da non perdere anche la ciaspolata al Lago Santo sul sentiero Cai 727 e poi 723, con partenza proprio da dietro al Rifugio Lagdei e rientro sullo stesso sentiero in 2-3 ore, 250 m di dislivello.

Indicazioni stradali punto di partenza
Il Rifugio Lagdei, Centro visita del Parco Nazionale dell'Appennino tosco emiliano, è comodamente raggiungibile in auto da Parma seguendo le indicazioni per Langhirano, Bosco di Corniglio e quindi Lagdei - Lago Santo; o dall'autostrada A15, casello di Berceto in soli 30 minuti, seguendo per Bosco di Corniglio, Parco dei Cento Laghi, Lagdei - Lago Santo. La strada d'accesso al rifugio è sgomberata regolarmente dopo le nevicate. Il Rifugio è situato a 1250 m s.l.m., dispone di camere doppie e multiple con bagno in camera o al piano per un totale di circa 45 posti.

Esposizione: (varia, con prevalenza Est)
Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr