Piazzale del Lago (m.1346) - discesa su pista Pranda - lago le Gore - lago Pranda - lago Scuro - lago Vivaio - lago Cerretano

A piedi In bici Ciaspole  Sci di fondo         Elevato interesse: panorama 
  • Partenza: Piazzale del Lago del Cerreto (1346 m)
  • Arrivo: Lago del Cerreto
  • Tempo di percorrenza: 1 ore 30 minuti
  • Difficoltà: Poco impegnativo
  • Segnavia: bianco/rosso 649 - 649B - 649

Questo itinerario potrebbe essere denominato anche percorso dei 'cinque laghi', in quanto permette di visitare in breve tempo i principali laghi del sistema lacustre Cerretano.

Si parte dal piazzale del lago in direzione nord-est verso la pista da sci del Pranda (ormai dismessa), e si discende fino al pianoro di arrivo. Tenendosi sulla sinistra si oltrepassa il ponticello in legno sul canale Cerretano e si sale nel bosco seguendo la carrareccia, ben segnalata, e utilizzata d'inverno per lo sci da fondo; si prosegue quindi in discesa e, oltrepassato un altro ponticello  si  percorre un tratto in salita di circa 100 metri e si prende a sinistra il sentiero in direzione del lago le Gore. E' un piacevole lago inserito in un ambiente altrettanto suggestivo e tranquillo, che merita una sosta in una delle panchine che affacciano sul lago. Si sale quindi nel bosco in direzione nord-est, seguendo con attenzione la segnaletica sugli alberi in quanto la traccia a terra in questo tratto non è ben visibile. Si raggiunge dopo circa 15 minuti il largo sentiero che scende dalla strada provinciale e si percorre in discesa per circa 50 mt, per confluire nel sentiero a sinistra, che in posizione lievemente più rilevata corre in parallelo alla strada principale e, dopo circa 100 mt, scende sulla larga sterrata del Pranda, che si attraversa a destra e si scende per il sentiero 649B. Qui troviamo un sistema lacustre di piccole dimensioni, di origine glaciale con una tipica flora montana. Si sale nuovamente in direzione della strada del Pranda, che si attraversa e si entra nel bosco, da percorrere per circa 100 metri in discesa, fino ad incontrare il sentiero 649; da qui si costeggia in senso orario il lungolago del Pranda, si aggira il rifugio, e sulla sinistra troveremo il lago Scuro e il lago Vivaio, che potremo costeggiare in senso orario su un sentierino, che conduce nuovamente sul 649. Ai piedi della pista del Pranda ci attende una 'bella' salita, che ci conduce all'ultimo lago di questo percorso.

Scarica il pdf del sentiero: PDF fronte e PDF retro

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr