“Il Paniere dei Parchi” sotto le stelle a Riomaggiore RINVIATA

( 18 Giugno 10 )

La manifestazione è rinviata a data da definirsi a causa del maltempo.

Sabato 19 giugno, dalle 16 alle 23, a Riomaggiore in mostra le eccellenze agroalimentare e vinicole delle otto aree protette tra Emilia, Liguria e Toscana partner del progetto di Area Vasta in collaborazione con Legambiente.

La biodiversità vien mangiando…
Dai Parchi nazionali Appennino Tosco-Emiliano, Cinque Terre e Foreste Casentinesi e da quelli regionali Alpi Apuane, Cento Laghi, Montemarcello Magra, Frignano e Migliarino San Rossore Massaciuccoli arrivano, in piazza del Vignaiolo a Riomaggiore, prodotti diversi per territori "biodiversi"!

«Le produzioni agroalimentari sono le sole attività umane con le quali, oltre alla difesa del territorio e alla valorizzazione dell'assetto socioeconomico delle aree rurali, si traguarda l'importante obiettivo della tutela ambientale e paesaggistica. – Sottolinea Franco Bonanini, Presidente del Parco Cinque Terre – E' dunque necessario puntare sull'innalzamento della qualità, sulla filiera corta, sulla qualificazione delle produzioni, su un forte marketing che leghi il prodotto al suo territorio di provenienza e soprattutto è indispensabile ristabilire un rapporto di fiducia fra produttore e consumatore. Tutto ciò può costituire una vera e propria risposta alla crisi economica.»

Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr