A Tg2 Dossier il progetto Life BEEadapt per la tutela degli impollinatori con interviste a Bismantova e Viano

( Sassalbo, 15 Ottobre 2022 )

Lo straordinario progetto europeo per la tutela degli impollinatori, coordinato dal Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano, nella Riserva di Biosfera dell’Appennino tosco-emiliano a Tg 2 Dossier, la storica rubrica del Tg2 dedicata all'informazione e all'approfondimento su temi di attualità. A realizzare il servizio Angelica Fiore, vicecaporedattrice Tg2, che ha intervistato alcuni protagonisti di Life BEEadapt del Parco nazionale dell'Appennino tosco-emiliano. Ai microfoni si sono alternati Willy Reggioni, project manager di questo progetto e Giovanni Carotti, entomologo senior, con riprese sul posto, immagini dal drone su Bismantova e inquadrature anche sul Centro Laudato Si'.
La puntata andrà in onda sabato 15 ottobre alle 23 su Rai 2 e, in replica, domenica 16 ottobre alle 8.45. Invece, sempre sabato alle 13 e alle 20.30, all’interno del Tg2, due servizi di presentazione della puntata che, al suo interno, dedicherà ampio spazio al progetto per la tutela degli impollinatori, con riprese a Bismantova, ma anche una intervista a Tiziana Sarti dell’azienda agriapistica Strega Rossa di Viano. 

Condividi su
A Tg2 Dossier il progetto Life BEEadapt per la tutela degli impollinatori con interviste a Bismantova e Viano
 
© 2022 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54013 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1 PagoPA
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr