Crediti di Sostenibilità: il 5 ottobre il Parco al Salone della CSR di Milano per presentare la piattaforma

( Sassalbo, 03 Ottobre 2022 )

Il 5 ottobre il Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano parteciperà al Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale, l’appuntamento più atteso dell’anno di rilievo nazionale per le organizzazioni impegnate sulla Responsabilità Sociale d’Impresa e sulla sostenibilità.

Mercoledì 5 ottobre 2022

Ore 9.30-10.30

Quanto è importante il capitale naturale?

Nel panel “Quanto è importante il capitale naturale?” il Parco presenterà la Piattaforma di compravendita dei Crediti di Sostenibilità del Parco Nazionale e della Riserva di Biosfera “Appennino tosco-emiliano” lanciata la scorsa primavera, che ha avuto già un’ampia visibilità sui principali media in Italia per il livello di innovazione e di serietà della proposta, rivolta principalmente alle imprese impegnate in progetti di Responsabilità Sociale d’Impresa e nella attuazione di una Strategia di Neutralità Climatica. Attualmente il Parco sta raccogliendo le prenotazioni delle aziende che desiderano acquistare i crediti, che potranno pervenire entro e non oltre il 31 ottobre 2022 (per maggiori informazioni consulta qui il bando).

L’evento si potrà seguire anche online previa registrazione sul sito del Salone (gratuita):

https://landing.csreinnovazionesociale.it/decimaedizione/

Il progetto Piattaforma di compravendita Crediti di Sostenibilità

La piattaforma di compravendita Crediti di Sostenibilità del Parco Nazionale dell’Appennino tosco emiliano e della Riserva di Biosfera MAB UNESCO “Appennino tosco-emiliano” si pone i seguenti obiettivi: 1) promuovere la Gestione Forestale Sostenibile/Responsabile su area vasta nonché azioni a favore dell’erogazione addizionale di Servizi Ecosistemici allo scopo di contribuire a migliorare la resilienza delle foreste; 2) migliorare l’azione di mitigazione del cambiamento climatico implementando gli stock di Carbonio nei serbatoi forestali; 3) offrire alle imprese (non solo del territorio della Riserva) uno strumento trasparente e affidabile per compensare gli impatti ambientali prodotti che non siano attualmente eliminabili o riducibili. Il progetto può essere sintetizzato in questo ciclo virtuoso: 1) Il Parco promuove la gestione forestale sostenibile e incentiva i proprietari delle foreste per aumentare la capacità di generare servizi ecosistemici; 2) la gestione sostenibile e l’impatto sui servizi ecosistemici vengono certificati secondo gli standard internazionali PEFC/FSC; 3) il Parco, in collaborazione con il CREA e con un proprio Comitato Scientifico, identifica, calcola, accredita e rende univoci di “Crediti di Sostenibilità” sulla base di un Disciplinare specifico; 4) i Crediti di Sostenibilità vengono venduti alle imprese che li acquistano su base volontaria per sostenere la gestione forestale sostenibile in Appennino, nell’ambito della propria CSR o di misure di neutralizzazione degli impatti ambientali che ancora non sono riuscite a ridurre/eliminare; 5) gli introiti derivanti dalla vendita dei Crediti di Sostenibilità vengono in parte erogati ai proprietari forestali e in parte reinvestiti dal Parco in nuovi progetti di Gestione Sostenibile/Responsabile delle foreste. I Crediti di Sostenibilità saranno disponibili per la vendita a partire da Novembre 2022, attualmente è attivo un sistema di prenotazione.

Sito web: https://creditisostenibilita.it/

Contatti: info@creditisostenibilita.it

Condividi su
 
© 2022 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54013 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1 PagoPA
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr