“Tutti noi siamo Riserva di Biosfera Mab Unesco”, Mab Unesco Appennino tosco-emiliano raddoppia

( Sassalbo, 16 Settembre 2021 )

Un colpo secco battuto sul tavolo ad Abuja (Nigeria) alle 16.50 del 15 settembre 2021 ha siglato la decisione affermativa del programma Mab Unesco per l'allargamento della Riserva di Biosfera dell'Appennino tosco emiliano proposta dal Ministero italiano.
"Tutti noi siamo Riserva di Biosfera. Quello di oggi è un piccolo grande passo nella rete mondiale delle nazioni. Siamo più forti nel club dei territori per lo sviluppo sostenibile, nel segno della transizione ecologica" ha affermato Fausto Giovanelli coordinatore di questa realtà plaudendo alla decisione positiva del 33° Consiglio internazionale di Coordinamento del Programma UNESCO per l'Uomo e la Biosfera (MAB-ICC) cui è intervenuto, forte del sostegno di oltre 150 persone, autorità e imprenditori collegati da remoto e che hanno applaudito all'allargamento.
Per Stefania Saccardi, vicepresidente della Regione Toscana: "Abbiamo sin qui maturato una esperienza di grande valore. Con l'allargamento la Toscana, con Garfagnana e Lunigiana, avrà un ritorno positivo ancora maggiore da questo programma".
Per Barbara Lori, assessora della Regione Emilia-Romagna: "La Mab Unesco è una idea positiva che ci consegna una prospettiva nuova. Dopo l'allargamento prende vita una delle Riserve più grandi d'Italia in territorio ricchissimo nel progettare al futuro con azioni concrete".
Mab Unesco è compresa nello spazio tra le consolari romane via Emilia e Via Aurelia, tra pianura padana e mar Tirreno. L'ampliamento ha coinvolto 80 comuni (contro i precedenti 34) distribuiti su quasi 500 mila ettari, nelle 3 regioni di Toscana, Emilia-Romagna e, ora anche Liguria dato che entra il Comune di Luni, in provincia di Spezia. Le province salgono così a 6 e la Mab Unesco si spinge sino alle porte delle città di Parma, Reggio Emilia e Modena, comprendendo interamente Lunigiana e Garfagnana in provincia di Massa Carrara e Lucca. 380.000 i residenti (di cui 56.000 under 18) e qui sono operativi 875 istituti scolastici. L'Action plan è la banca di progetti concreti che sono in coerenza con i 17 obiettivi dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile dell'Onu e che ora sarà implementata dai vari Comuni e territori.
La decisione dell'allargamento della Riserva di Biosfera Appennino tosco-emiliano giunge assieme ad un'altra buona notizia per l'Italia: l'approvazione della Riserva del Monte Grappa.

Quali Comuni
Ecco gli 80 comuni coinvolti nella proposta di allargamento della Riserva di Biosfera dell'Appennino tosco-emiliano (compresi i 34 già aderenti e quelli che hanno deliberato l'adesione).
Per la provincia di Lucca: Barga, Castelnuovo di Garfagnana, Castiglione di Garfagnana, Coreglia Antelminelli, Fosciandora, Minucciano, Piazza al Serchio, Pieve Fosciana, San Romano in Garfagnana, Sillano Giuncugnano, Villa Collemandina
Per la provincia di Massa Carrara: Aulla, Bagnone, Casola in Lunigiana, Comano, Filattiera, Fivizzano, Fosdinovo, Licciana Nardi, Mulazzo, Podenzana, Pontremoli, Tresana, Villafranca in Lunigiana, Zeri
Per la provincia di Spezia: Luni
Per la provincia di Modena: Castelvetro, Fanano, Fiorano, Fiumalbo, Frassinoro, Guiglia, Lama Mocogno, Maranello, Marano sul Panaro, Montecreto, Montefiorino, Montese, Palagano, Pavullo nel Frignano, Pievepelago, Polinago, Prignano sulla Secchia, Riolunato, Sassuolo, Serramazzoni, Sestola, Zocca
Per la provincia di Parma: Berceto, Calestano, Collecchio, Corniglio, Felino, Fornovo di Taro, Langhirano, Lesignano de' Bagni, Medesano, Monchio delle Corti, Neviano degli Arduini, Noceto, Palanzano, Parma, Sala Baganza, Terenzo, Tizzano Val Parma
Per la provincia di Reggio Emilia: Albinea, Baiso, Canossa, Carpineti, Casina, Castellarano, Castelnovo ne' Monti, Quattro Castella, Reggio nell'Emilia, Toano, Ventasso, Vetto, Vezzano sul Crostolo, Viano, Villa Minozzo

Condividi su
“Tutti noi siamo Riserva di Biosfera Mab Unesco”, Mab Unesco Appennino tosco-emiliano raddoppia
“Tutti noi siamo Riserva di Biosfera Mab Unesco”, Mab Unesco Appennino tosco-emiliano raddoppia
 
© 2021 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54013 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1 PagoPA
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr