Cambia il clima , cambia l'agricoltura.

Life AgriCOlture: l’Europa guarda all’Appennino emiliano, il 29 meeting online

( Sassalbo, 27 Ottobre 2020 )


"Un progetto di calibro europeo svolto in Appennino. La Regione Emilia-Romagna esprime soddisfazione per quanto di buono si sta facendo in un gruppo di 15 aziende tra Parma, Reggio e Modena: il futuro di ambiente e buone pratiche agro-zootecniche passa attraverso simili esempi da replicare". Parole di soddisfazione quelle di Alessio Mammi, assessore regionale all'agricoltura nel presentare il meeting online, aperto al pubblico, "Un anno di Life agriCOlture. Gli avanzamenti del progetto e le nuove sfide", che si terrà giovedì 29 ottobre 2020, a partire dalle ore 10.00.
"Con questo progetto stiamo dimostrando concretamente in campo – spiega Aronne Ruffini, project manager del progetto promosso da Consorzi di Bonifica dell'Emilia Centrale e Burana, Parco nazionale dell'Appennino e  Crpa – come attraverso buone pratiche agronomiche, come l'agricoltura conservativa, e le regimentazioni idrauliche svolte dagli agricoltori è possibile contenere i costi di produzione e stoccare i cosiddetti gas serra (l'anidride carbonica, sotto forma di carbonio organico) nel terreno".
"Life AgriCOlture sta svolgendo una ricerca strategica per l'agricoltura non solo del Parmigiano Reggiano. Lo proseguiremo in futuro con un nuovo progetto Life, da divulgare ai massimi  livelli. Riteniamo, infatti, che la sfida del cambiamento climatico sia cruciale per l'agricoltura europea e mondiale, oltre che per l'ambiente" aggiunge Fausto Giovanelli, presidente del Parco nazionale dell'Appennino.
Dalle ore 10 porteranno i saluti Daniele Valentini, assessore all'Agricoltura del Castelnovo ne' Monti, Antonella Incerti, deputata della Repubblica Italiana - Commissione Agricoltura, Francesco Vincenzi, presidente Anbi e Consorzio della Bonifica Burana, Matteo Catellani, presidente Consorzio di Bonifica dell'Emilia Centrale, Fausto Giovanelli, presidente Parco nazionale dell'Appennino tosco-emiliano, Giuseppe Veneri presidente Centro Ricerche Produzione Animale Crpa, Domenico Turazza, direttore generale Consorzio di Bonifica dell'Emilia Centrale, Enrico Bini, sindaco Castelnovo ne' Monti.
Presenteranno, quindi, il progetto Life Agricolture, Aronne Ruffini, project manager, Luca Filippi, coordinatore tecnico Life agriCOlture, Carla Zampighi, Consorzio della Bonifica Burana, Paola Tarocco, Servizio geologico sismico dei Suoli Regione Emilia Romagna, referente per il settore suolo. Il giornalista Gabriele Arlotti, coordinare della giornata, intervisterà alcuni agricoltori che partecipano al progetto. Chiuderà i lavori  Alessio Mammi, assessore regionale agricoltura caccia e pesca.
Per partecipare al convegno è sufficiente cliccare sulla pagina Facebook del Parco dell'Appennino tosco-emiliano oppure accedere direttamente dal link dedicato (https://us02web.zoom.us/j/84240084778?pwd=TnBMVjkzSlNGaWpEU01qTWh0NStPZz09).

Condividi su
 
© 2020 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54013 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1 PagoPA
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr