Webinar giovedì 23 luglio ore 17

( Sassalbo, 22 Luglio 20 )

Foreste dell'Appennino e aree verdi urbane apparentemente distanti e diverse tra loro, ma alleate nel produrre beni e fornire servizi a vantaggio della collettività e nel mitigare gli effetti negativi della crisi climatica. Ne parliamo giovedì 23 luglio alle ore 17:00bnell'ambito del webinar "Le foreste a Colori organizzato dal Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia.

"I boschi urbani e i boschi di montagna sono un patrimonio che acquista sempre maggior valore man mano che cresce la consapevolezza che questi servizi ecosistemici hanno un ruolo di primo piano per la mitigazione dei cambiamenti climatici" Così Fausto Giovanelli, presidente del Parco Nazionale e coordinatore della Riserva di Biosfera MaB UNESCO dell'Appennino tosco-emiliano, spiega l'idea alla base dell'iniziativa promossa con il Comune di Reggio Emilia. "Questo patrimonio forestale è stato cresciuto anche per L' abbandono. Ma è un immenso patrimonio.Parliamo di quasi 200 milioni di alberi nella biosfera UNESCO in APPENNINO.E' il momento che le autorità sia rurali che urbane collaborino in modo strategico, perché ormai è chiaro che questa nostra 'Amazzonia''è minacciata dal cambiamento climatico ed è -al tempo stesso-la migliore arma contro il riscaldamento del pianeta. I primi beneficiari dei servizi ecosistemici sono le nostre comunità e in primis gli abitanti delle città"

L'incontro sarà anche l'occasione per presentare il Piano di forestazione del Comune di Reggio Emilia. "E' questo – spiega Carlotta Bonvicini, assessore per le Politiche della sostenibilità del Comune – un nuovo strumento per aumentare la superficie boscata del nostro territorio. Sicuramente un primo passo per iniziare a lavorare con la Riserva di Biosfera UNESCO dell'Appennino tosco-emiliano in prospettiva di un maggiore coinvolgimento del nostro Comune che aspira a entrare in questo progetto. In più, per noi, è una grande occasione per dialogare con chi, da anni, si occupa di queste tematiche. Siamo convinti, infatti, che solo lavorando in sinergia si può essere incisivi attuando delle politiche ambientali".

Al webinar, che si potrà seguire collegandosi sulla piattaforma Join Zoom Meeting attraverso il link http://us02web.zoom.us/j/84192527158 intervengono:

Fausto Giovanelli, presidente del Parco Nazionale e coordinatore della Riserva di Biosfera dell'Appennino tosco-emiliano

Alessandro Stefani, Direzione Generale delle Foreste MIPAAF – Clima e foreste. La strategia europea e italiana

Giuseppe Vignali, direttore del Parco Nazionale – Le foreste del Parco e della Riserva MaB. Beni e servizi per i cittadini dell'Appennino e oltre

Carlotta Bonvicini, assessore per le Politiche della sostenibilità del Comune di Reggio Emilia – Boschi urbani: strategie e prospettive per il futuro

Giorgio Vacchiano, Università degli Studi di Milano – La gestione responsabile delle foreste e le buone pratiche di riforestazione di aree periurbane per mitigare la crisi climatica

Condividi su
 
© 2020 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54013 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1 PagoPA
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr