Progetto europeo Interreg Central Europe CEETO: resoconto

Central Europe Eco-TOurism: un progetto per promuovere un modello innovativo di pianificazione del turismo sostenibile

( Sassalbo, 18 Marzo 20 )

Obiettivo del progetto è quello di proteggere e valorizzare il patrimonio naturale delle aree protette, promuovendo un modello innovativo di pianificazione del turismo sostenibile, ispirato ai criteri contenuti nella Carta Europea per il Turismo Sostenibile (CETS).

Delle 8 azioni pilota previste, 3 sono in Emilia-Romagna e interessano anche il Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano, in particolare le aree della Pietra di Bismantova e quella di Lagdei. Sono state sviluppate azioni di monitoraggio degli accessi ai due siti, entrambi SIC e sofferenti di un buon numero di afflussi turistici in estate che possono mandare in crisi il sistema naturalistico di queste zone.

L' approccio partecipativo ha lo scopo di ridurre i conflitti d'uso del territorio, sostenere la coesione sociale e territoriale, migliorare la qualità della vita delle comunità locali ed incoraggiare il settore turistico a contribuire attivamente alla conservazione della natura.
L'approccio integrato includerà aspetti ambientali, sociali ed economici al fine di definire e testare modelli innovativi per un turismo sostenibile, che siano in grado di rafforzare l'efficacia delle politiche e delle misure di conservazione della natura applicate nelle aree protette e di rendere il turismo un vero e proprio volano sia per la protezione della natura, sia per il benessere socio-economico locale.

Il progetto, iniziato il 01/06/2017, terminerà il 31/05/2020 e vede coinvolti 11 partners appartenenti a sei diverse nazioni: IT, DE, AT, HU, SI, HR.

Denominatore comune delle aree protette oggetto del progetto è la presenza di un flusso turistico diversificato e non sempre consapevole del valore e delle fragilità delle aree protette stesse.

Nella documentazione seguente, in inglese, un resoconto di quanto successo.

Altri approfondimenti sono disponibili, sempre in lingua inglese, sul sito ufficiale del progetto:
https://www.interreg-central.eu/Content.Node/CEETO.html

Condividi su
 
© 2020 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1 PagoPA
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr