Le aziende protagoniste di dolce&farina2020

Quarta edizione del contest dedicato alla farina di castagne prodotta tra Emilia e Toscana

( Sassalbo, 16 Gennaio 20 )

sabato 18 gennaio ore 17.00 al Passo del Cerreto

Farina di castagne, chef, 22 imprese sabato a Cerreto

Dolce&Farina, è il quarto contest , cioè una gara tra i produttori di farina di castagne della Riserva di Biosfera UNESCO dell'Appennino Tosco Emiliano. E' un 'Laboratorio gastronomico d'Appennino' con proposte culinarie . Sarà sicuramente un'occasione speciale, sia per le aziende partecipanti, sia per un pubblico sempre più attento alle produzioni di qualità. Sono molti, infatti, gli operatori che hanno aderito alla manifestazione che si terrà sabato 18 gennaio ore 17.00 al Passo del Cerreto, presso il Ristorante Giannarelli, Centro visita del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano. Molti produttori di farina di castagne, realizzata con metodo tradizionale, espressione dei quattro versanti del crinale Tosco Emiliano, saranno presenti per contendersi un titolo che, sicuramente è simbolico, ma che diventa un'occasione per rafforzare la rete di sinergie e collaborazioni anche del progetto Upvivium Biosfera Gastronomica Menù a Km 0.
Il contest inizierà con l'analisi sensoriale del prodotto delle aziende partecipanti da parte di una giuria di esperti del territorio e non, che vede tra gli altri:

Rolando Paganini - Accademia Cucina Italiana , ex Alberghiero Bagnone
Doris Corsini - Coordinatore rivista Apenninus
Domenico Micheli - Rappresentante della Comunità della farina di castagne
Mignani Giuseppe- Esperto della battitura delle castagne
Marco Cavellini - Fiduciario Slow Food LuniApuana
Andrea Fabbri - Prof Università Parma Scienze Gastronomiche


Si proseguirà, quindi, con la degustazione di diversi piatti a base di farine di castagne prodotte delle aziende in competizione, e realizzati dagli Chef Damato del Caffè Arti e Mestieri di Reggio Emilia 

Un vero percorso della Riserva di Biosfera fatto di piccoli assaggi che sanno esaltare il prodotto di base mixando tradizione e innovazione.
La degustazione dei piatti è gratuita

Parteciperanno all'evento : 

La Comunità Sloow Food con il Panigaccio di Podenzana

I pattonari di Agnino

La Comunità Sloow food di Guinadi con la cottura nel testo

La Compagnia del Guiterno con la filiera della castagna 

L'Associazione Castanicoltori Garfagnana 

La Comunità Slow Food Farina di Castagne Appennino tosco emiliano 


A sfidarsi il titolo iridato di "produttore dell'anno" ci sono 22 aziende dai quattro versanti del Parco Nazionale:

Garfagnana

Rossi Alfredo , Ass Castanicoltori  Garfagnana , Castelnuovo Garfagnana
Fabio Pozzatella , Ass Castanicoltori  Garfagnana,  Castelnuovo Garfagnana
Martinelli Laura , Ass. Castanicoltori Garfagnana , Villa Collemandina
Az. Agricola Semplice Il mulino  , Ass. Castanicoltori Garfagnana, Castelnuovo Garfagnana
Agriturismo Il Grillo , Garfagnana , Sillano Giuncugnano
Agriturismo  La Lupaia, Garfagnana , Villa Collemandina


Appennino Parmense

Azienda Agrituristica all'Antica dogana , Bosco , Corniglio
Zanmarchi Riccardo , Casarola , Monchio delle Corti
Quintavalla Mario , Montebello , Corniglio
Valenti Claudio , Beduzzo , Corniglio

Appennino Reggiano:

I briganti di Cerreto , Ventasso
Zanicchi Roberto , Ventasso
Corte di Vallisnera Ventasso
Cooperativa Altimonti, Civago , Villa Minozzo
Az.Agricola Varo di Sara Laberenti, Valestra , Carpineti

Lunigiana:

Az. Agricola La bukolica, Fivizzano
Dino Furletti , Sassalbo Fivizzano
Giannarelli Venturo , Sassalbo Fivizzano
Michele Ricci , Comano
Sergio Malatesta , Bagnone
Agriturismo Mulino  Moscatelli, Filattiera
Salvetti Franca, Regnano Casola Lunigiana

Condividi su
 
© 2020 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1 PagoPA
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr