( Sassalbo, 27 Settembre 19 )

Si sono alzati presto e invece degli zaini hanno imbracciato i loro cartelli colorati e, come in migliaia di piazze in giro per il mondo, anche nell'Appennino tosco-emiliano oggi gli studenti hanno gridato e marciato per salvare il clima, per difendere il pianeta e il futuro. Dai più piccoli ai più grandi, anche a Castelnovo ne' Monti, a Ramiseto nel comune di Ventasso e in molti altri centri dei due versanti della Riserva della Biosfera UNESCO hanno partecipato al 'Global strike for climate'.

Non è la prima volta che i ragazzi della MAB UNESCO dell'Appennino tosco-emiliano partecipano al Fridays for Future: dalla Garfagnana a Castelnovo ne' Monti, la scuola è diventata fucina di idee e di confronto. Nei tanti momenti e alle tante iniziative la Riserva della Biosfera e gli insegnati non hanno fatto mancare il loro aiuto.

"E' in giornate come queste, infatti che si apprezza il fatto di essere Biosfera – afferma Fausto Giovanelli, coordinatore della MAB e presidente del Parco Nazionale – Si comprende il valore di far parte di una rete internazionale, voluta e promosso dall'UNESCO, che pone le questioni del futuro sostenibile del Pianeta al centro della sua azione quotidiana. Dall'impegno che le nostre ragazze e ragazzi stanno dimostrando e dalla loro voglia di alzare anche la voce dobbiamo trarre un insegnamento e nuove energie per lavorare tutti insieme e invertire alla più presto la rotta, partendo proprio dai nostri territori".   

Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr