Semifinale di UPVIVIUM: vince il Podere Conti

Il ristorante di Filattiera accede alla finale del 3 giugno ad ALMA

( Sassalbo, 15 Maggio 19 )

E' il Podere Conti di Filattiera il ristorante che rappresenterà la Riserva della Biosfera dell'Appennino tosco-emiliano il 3 giugno a Colorno presso la Reggia che ospita la sede di ALMA, Scuola Internazione di Cucina Italiana. E' qui che si svolgerà, infatti, la finale del concorso 'UPVIVIUM – Biosfera Gastronomica a km Zero' 2019 che vedrà in gara i miglior ristoranti di ciascuna MAB (Man and Biosphere) Unesco che hanno partecipato al contest: Delta del Po, Appennino Tosco-Emiliano, Alpi Ledrensi e Judicaria, Sila, Isole di Toscana.

Durante la rassegna gastronomica, iniziata a febbraio e terminata ad aprile, gli esperti di ALMA e la giuria popolare (che si è espressa online) hanno selezionato per ogni Biosfera sei ristoranti. Gli chef dell'Appennino tosco-emiliano si sono sfidati a Bagnone (Massa Carrara), presso sede dell'Istituto Tecnico Industriale 'Pacinotti'. Sul podio sono saliti: al primo posto, appunto, il Podere Conti, secondo classificato il Ristorante Passo del Cerreto (Collagna-Ventasso, RE) e al terzo posto La Nuova Jera (Bagnone, MS). Un scelta difficile per la giuria composta dallo Chef Francesco De Rosa (ALMA), Doris Corsini (giornalista), Andrea Mitola e Rolando Paganini (Docenti dell'Istituto Alberghiero) e Maria Adelia Zana (Coldiretti). Infetti anche il Ristorante K2 (Cinquecerri di Ligonchio - Ventasso, RE), l'Antica Osteria Ca' del Gallo di Comano (MS) e il Camping Schia di Tizzano Val Parma (PR) si sono distinti per la capacità innovativa e l'alta qualità dei prodotti scelti.

Tra i prodotti, in particolare, la giuria ha voluto premiare la Marocca di Casola come miglior prodotto della competizione e il pecorino dell'Azienda Agricola Cavallana (Filattiera) come miglior prodotto abbinato al ristorante vincitore. Da regolamento, sarà quindi l'Azienda Cavallana a sfidare gli altri produttori ad ALMA per ottenere l'ambito riconoscimento di miglior proposta enogastronomica di UPVIVIUM 2019.

Una menzione speciale va, sicuramente, agli allievi e al personale dell'Alberghiero Pacinotti che hanno supportato gli chef sia in cucina, sia durante le presentazioni, offrendo alla giuria un servizio esemplare.

Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr