MEL: La Riserva di Biosfera mette in rete gli apicoltori

( Sassalbo, 20 Novembre 18 )

La Riserva della Biosfera dell'Appennino Tosco Emiliano è coordinatore di un progetto internazionale che coinvolge gli apicoltori, professionali e amatoriali, del proprio territorio. Il progetto MEL "Rete di apicoltori nelle Riserve della Biosfera del Mediterraneo" mira a promuovere la diversità biologica e culturale nell'apicoltura, attraverso la cooperazione tra le Riserve della Biosfera sulle diverse sponde del Mediterraneo.

Uno degli obiettivi principali del progetto è quello di presentare e promuovere le Riserve della Biosfera come luoghi di eccellenza per la produzione del miele e dei derivati dell'apicoltura, inoltre creando e valorizzando le reti di apicoltori attive all'interno della Riserve di Biosfera.

Per tale motivo, il Network di Riserve del Biosfere del Mediterraneo promuove questo progetto, favorendo una partnership tra 5 Riserve MAB UNESCO. I partner di progetto, oltre alla Riserva di Biosfera dell'Appennino Tosco Emiliano, sono le Riserve di Biosfera "Terres de Ebre" (Spagna), "Valleé du Fango" (Francia), "Jabal Moussa" (Libano) e "Djebel Bou-hedma" (Tunisia).

La prima azione prevista dal progetto è la raccolta di informazioni da parte degli apicoltori, a tal fine è stato progettato un questionario per comprendere lo stato dell'arte delle attività apistiche e valorizzare le buone pratiche svolte nel territorio del MAB Appennino Tosco Emiliano. Le buone pratiche più rilevanti raccolte ed i risultati dell'indagine verranno presentate all'interno di un Workshop Internazionale che si svolgerà in Lunigiana (MS) nella primavera del 2019.

Se sei un apicoltore, professionale o amatoriale, della Riserva di Biosfera dell'Appennino Tosco Emiliano compila il questionario entro il 20 dicembre 2018.

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr