Chiuse le iscrizioni per il Campionato Mondiale del fungo

a Cerreto Laghi quasi 800 iscritti da tutta Italia e dal mondo

( Sassalbo, 01 Ottobre 18 )

Dopo cinque edizioni di successo, centinaia di appassionati, decine di squadre, anche in rappresentanze di diversi Paesi stranieri a Cerreto Laghi tutto è pronto per l'edizione 2018 del Campionato Mondiale del Fungo Porcino. Gli iscritti che sabato 6 e domenica 7 ottobre parteciperanno all'evento, ideato dal blogger Fra' Ranaldo - stimato Architetto parmigiano Fabrizio Rinaldi – dal Parco Nazionale e dalla cooperativa 'I Briganti di Cerreto' sono 750 di cui 395 singoli e i restanti appartenenti a 71 squadre, per la prima volta nella storia del campionato una squadra tutta al femminile con le "Fungo Trek Girls". Altra novità di quest'anno è la partecipazione al mondiale di due squadre di ragazzi con disabilità che grazie alla consolidata collaborazione dei Briganti di Cerreto con l'associazione GAST onlus parteciperanno alla gara con l'utilizzo delle joelette, un mondiale accessibile a tutti quindi e non solo per la gara ma anche con attività didattiche per le scuole del territorio (300 studenti delle scuole di Ventasso, Vetto, Castelnovo, Casina, Fivizzano e Pontremoli) escursioni fotografiche e mico-naturalistiche, mercato artigianale ed enogastronomico, mostre e musica itinerante per le vie del paese. Inoltre per l'occasione i ristoranti del Cerreto propongono menu tipici a base di funghi a prezzi speciali, maggiori informazioni sul programma si possono trovare sul sito: http://www.parcoappennino.it/campionato.mondiale.fungo/index.php Oppure ai seguenti contatti: turismo@parcoappennino.it - 3471639146

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr