Arrivata a Ligonchio la sesta tappa di Appennino Bike Tour

la carovana dell'Appennino Bike Tour ha attraversato oggi il nostro Parco Nazionale

( Sassalbo, 05 Aprile 18 )

Arrivata a Ligonchio la sesta tappa di Appennino Bike Tour iniziativa promossa -tra gli altri- dal Ministero dell'Ambiente e dalla Confcommercio, per lo sviluppo  sostenibile della Dorsale Appenninica attraverso l'utilizzo della bicicletta ed il ciclo-turismo. 
Presente anche il campione di ultra cyclist Omar Di Felice, impegnato nell'impresa di percorrere l'intera Via in soli 11 giorni, con i suoi oltre 2600 chilometri e 60.000 metri di dislivello dalla Liguria alla Sicilia .  
La carovana dell'Appennino Bike Tour ha attraversato oggi il nostro Parco Nazionale, arrivando prima a Corniglio e da lì a Ligonchio.  Ad attenderli il sindaco di Comune di Ventasso Antonio Manari e il presidente del Parco. 
"Grazie ad Appennino Bike Tour – spiega il presidente del Parco Nazionale, Fausto Giovanelli,  – abbiamo un'altra opportunità di valorizzare tanti luoghi del nostro Appennino, poco noti ma di straordinario valore ambientale e naturalistico. È un' azione di promozione di livello nazionale che fa da cornice alle nostre iniziative sul territorio, meta ideale del turismo lento e dell'escursionismo in bici ed E-Bike, in tutte le stagioni. È un movimento in crescita, che il Parco ha sollecitato e sta accompagnando. Sono ormai tante, infatti, le persone e le imprese, che nella Riserva della Biosfera UNESCO dell'Appennino offrono servizio di noleggio  e accompagnamento su due ruote, il prossimo step che sarà affrontato dovrà vedere lo sviluppo di alcuni Bike hotel, cioè di una ricettività dedicata con alcune attrezzature e servizi che richiamino permanentemente le visite degli appassionati del ciclo turismo europeo.

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr