XII Festival Con-vivere quest’anno dedicato alle Reti

Cultura musica, cinema, mostre, gastronomia, territorio

( Sassalbo, 01 Settembre 17 )

Con-vivere 2017, che si terrà a Carrara da giovedì 7 a domenica 10 settembre e sarà dedicato al tema "Reti". Confermato il format inaugurato lo scorso anno: quattro giorni dalle 17 alle 24 e, come da tradizione, musica, cinema, cibo, mostre ed eventi collaterali. Tra gli ospiti: Paolo Crepet, Federico Rampini, Alan Friedman, Maurizio Ferraris, Franco Gabrielli, Cesare Maria Ragaglini, il ritorno di Piergiorgio Odifreddi.

Dopo le 'Frontiere', sono le 'Reti' il tema dell'edizione numero XII di Con-vivere, il Festival organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara sotto la direzione scientifica del professor Remo Bodei, è stato pensato come sviluppo di quello affrontato la passata edizione.

Così, se lo scorso anno al centro erano i confini e le frontiere, questa volta le conferenze in programma indagheranno sui legami, i ponti, le relazioni. Un tema sconfinato che apre riflessioni enormi e interrogativi nuovi.

"A partire dall'età moderna – spiega il direttore scientifico del Festival Remo Bodei - in seguito alla scoperta dell'intero globo, si sono fatti sempre più frequenti gli scambi su scala planetaria. Ad oggi le relazioni si sono talmente intensificate da aver superato ormai ogni confine fisico, culturale o politico. Catalizzatore di questo processo è lo sviluppo scientifico e tecnologico, che pone a sua volta continue e cruciali sfide. Come cambiano relazioni, legami e la percezione della propria individualità? Come interpretare i cambiamenti prodotti dai nuovi media digitali?"

"Si tratta di tematiche significative per la comprensione del presente in cui viviamo – aggiunge il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara Alberto Pincione – e su cui abbiamo deciso di focalizzarci, con l'intenzione di fornire come sempre un'occasione di riflessione unica e multidisciplinare. Il festival si attesta in questo modo come un evento centrale nel panorama culturale del nostro territorio oltre che nazionale".

Alla base di "Reti", il tema delle dinamiche delle relazioni affettive, umane e sociali che vedrà protagonisti il direttore scientifico del Festival Remo Bodei con "L'individuo: crocevia di messaggi" una conferenza incentrata sull'individuo (in programma sabato 9 Settembre alle ore 19,15 Cortile Biblioteca Civica); il sociologo Paolo Crepet con "Baciami senza Rete" (Cortile Biblioteca Civica, giovedì 7 settembre) che invece indagherà l'effetto dei media e dei social e lo psichiatra Vittorino Andreoli  a cui è affidata una panoramica generale sugli elementi che sono alla base dei nostri legami con "Alfabeto delle Relazioni", sabato 9 Settembre presso il Cortile Biblioteca Civica. "Chi è il mio prossimo" è invece il titolo della conferenza di Francesco Occhetta gesuita, collaboratore della rivista Civiltà Cattolica, esperto di diritto e questioni sociali, in programma domenica 10 settembre alle ore 18,00.

Un secondo campo di indagini del Festival riguarderà i nuovi media e il mondo del digitale. Saranno protagonisti Federico Rampini che, con la conferenza dal titolo "Rete padrona" (venerdì 8 Settembre al Cortile della Biblioteca Civica), approfondirà il volto oscuro della rivoluzione digitale, partendo dalle grandi reti e dai giganti come Google e Amazon; il professore Maurizio Ferraris con "Media" (giovedì 7 Settembre ore 21,00 Cortile Biblioteca Civica) che ci aiuterà a comprendere le dinamiche dei nuovi mezzi di comunicazione, come ci condizionano e come cambiano il nostro essere umani e Dino Pedreschi con la conferenza dal titolo "Big Data", per capire cosa significhi la gestione dei Big Data, ovvero l'analisi delle tracce digitali delle attività umane per comprendere la complessità sociale.

Due prospettive di analisi (quella delle relazioni affettive e umane e quella sull'indagine dei nuovi media) inedite per il Festival Con-vivere, che costituiscono una novità per un evento che, per tradizione, ha indagato a lungo sulle dinamiche politiche internazionali. E il focus sulla geopolitica mondiale non mancherà neppure nell'edizione 2017: con Alan Friedman, "L'America dopo Trump" (domenica 10 settembre Cinema Garibaldi) verrà analizzato come l'elezione di Trump abbia cambiato lo scenario mondiale; Marco Revelli con "Populismo 2.0" (giovedì 7 settembre a Palazzo Binelli) approfondirà invece il nuovo populismo; Luigi Maria Vignali parlerà di "Italiani all'estero e stranieri in Italia" mentre Cesare Maria Ragaglini  in una conversazione-intervista con il giornalista Alessandro Farruggia, (domenica 10 settembre Cinema Garibaldi) ci consegnerà un quadro sulle relazioni internazionali partendo dagli eventi più recenti. Un approfondimento anche sulle "reti del terrorismo" grazie all'intervento del capo della Polizia Franco Gabrielli (venerdì 8 settembre alle ore17,00).

Come sempre poi, anche questa edizione proporrà  alcuni excursus nel mondo della scienza: dopo il successo dello scorso anno tornerà Piergiorgio Odifreddi con "Nella rete della matematica" (Venerdì 8 Settembre presso il Cortile Biblioteca Civica) per parlare del concetto di rete partendo dalla matematica; Guido Tonelli che, con la conferenza "Cercare mondi" (venerdì 8 settembre al Cinema Garibaldi) indagherà sulle origini dell'universo; Edoardo Boncinelli con "Codice Genetico" (sabato 9 Settembre Cortile Biblioteca Civica), conferenza sul genoma, il nostro primo legame fra essere umani e Maria Chiara Carrozza per parlare di "I Robot e noi. Viaggio nella robotica" (sabato 9 settembre Cinema Garibaldi).

A completare il quadro, il tema del Festival verrà declinato in musica, cinema, mostre, appuntamenti gastronomici, eventi legati al territorio e iniziative dedicate ai bambini.

Per info e programma completo: www.con-vivere.it

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr