Laboratorio ParcoAppennino nel Mondo

Quali azioni per il futuro del progetto

( Sassalbo, 01 Marzo 17 )

Il Progetto ParcoAppennino nel Mondo prosegue il percorso dedicato al rilancio del progetto con i suoi riferimenti venerdì 3 Marzo, presso il Centro Sociale Insieme di Castelnovo ne' Monti.

Questa giornata segue il primo incontro del 16 dicembre, all'interno del quale i partecipanti, grazie al metodo del world cafè, si sono confrontati dibattendo e rilanciando su alcuni aspetti centrali per il progetto e per l'Appennino come turismo del ritorno, cittadinanza affettiva e nuova cittadinanza d'Appennino. Il metodo del World Cafè ha permesso di conversare, facendo esprimere a tutti gli stakeholders del progetto il proprio punto di vista. 

Proprio da quanto emerso, sistematizzato e condiviso dallo staff di Parco Appennino nel Mondo, ripartirà il dialogo con amministratori, insegnanti, cittadini affettivi ed effettivi, rappresentanti della comunità, amici, con l'incontro che si terrà il giorno Venerdì 3 Marzo, ore 16.45, questa volta con una dimensione laboratoriale in cui i vari riferimenti del progetto potranno individuare e condividere le azioni necessarie all'elaborazione di alcune possibili azioni per il futuro.

Il pomeriggio si concluderà con un'apericena a cura del Biobar dell'EcoParco di Vezzano.

Per informazioni e iscrizioni parconelmondo14@gmail,com cell. 3386546172

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr