Una goccia è una briciola d'acqua

Giornata Internazionale diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

( Sassalbo, 18 Novembre 16 )

L'Atelier Di Onda in Onda di Ligonchio, domenica 20 novembre celebra la Giornata Internazionale a tutela dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza con l'iniziativa "Una goccia è una briciola d'acqua... Immaginari, metafore, immersioni per un diritto universale all'acqua", dedicata a famiglie, bambini e adulti.

In questa giornata in cui le Nazioni Unite ricordano e rimarcano la Convenzione internazionale che sancisce i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, lo staff del Parco Nazionale che coordina le attività dell'Atelier Di Onda in Onda pone l'accento sul diritto dei più piccoli ad avere un buon stile di vita, che tuteli il loro benessere; il diritto a sviluppare al meglio la propria personalità, i talenti e capacità mentali e fisiche,  e se possiamo aggiungere, il diritto ad accedere a tutte le risorse secondo il principio di sano, buono e giusto. Risorsa primaria è sicuramente l'acqua.

A questo proposito ci piace ricordare la Carta Europea per l'Acqua promulgata a Strasburgo il 6 maggio 1968 dal Consiglio d'Europa

Non c'è vita senza acqua. L'acqua è un bene prezioso, indispensabile a tutte le attività umane.

Le disponibilità d'acqua dolce non sono inesauribili. E' indispensabile preservarle, controllare e, se possibile, accrescerle.

Alterare la qualità dell'acqua significa nuocere alla vita dell'uomo e degli alti esseri viventi che da essa dipendono.

La qualità dell'acqua deve essere mantenuta in modo da poter soddisfare le esigenze delle utilizzazioni previste, specialmente per i bisogni della salute pubblica.

Quando l'acqua, dopo essere stata utilizzata, viene restituita all'ambiente naturale, deve essere in condizioni da non compromettere i possibili usi dell'ambiente, sia pubblici che privati.

La conservazione di una copertura vegetale appropriata, di preferenza forestale, è essenziale per la conservazione delle risorse idriche.

Le risorse idriche devono essere accuratamente inventariate.

La buona gestione dell'acqua deve essere materia di pianificazione da parte delle autorità competenti.

La salvaguardia dell'acqua implica uno sforzo importante di ricerca scientifica, di formazione di specialisti e di informazione pubblica.

L'acqua è un patrimonio comune il cui il valore deve essere materia riconosciuto da tutti. Ciascuno ha il dovere di economizzarla ed utilizzarla con cura.

La gestione delle risorse idriche dovrebbe essere inquadrata nel bacino naturale piuttosto che entro frontiere amministrative e politiche.

L'acqua non ha frontiere. Essa è una risorsa comune la cui tutela richiede la cooperazione internazionale

Per informazioni e prenotazioni Cooperativa "Il Ginepro": tel: 331/6149145 (dalle ore 9.00 alle ore 18.00) https://www.facebook.com/Atelier-Di-Onda-in-Onda-263388197104833/?fref=ts

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr