Da Stoccolma all’Appennino

( Sassalbo, 26 Ottobre 16 )

Venerdì prossimo, 28 ottobre,  un gruppo di 11 educatori svedesi del Reggio Emilia Institutet di Stoccolma, giunti a Reggio Emilia con altri colleghi per uno stage presso Reggio Children – Fondazione Loris Malaguzzi, faranno una visita nel Parco Nazionale che lì porterà alla Pietra di Bismantova e a Ligonchio dove svolgeranno un'esperienza sperimentale presso l'Atelier Di Onda in Onda.

 Il programma, in dettaglio, prevede l'arrivo a Castelnovo ne' Monti verso le 10. Visita alla Latteria Sociale Casale di Bismatova. Sosta alla Porta del Parco: 'la Pietra di Bismantova'. Pranzo all'Agriturismo "Il Ginepro".

Nel pomeriggio il gruppo raggiungerà Ligonchio. La visita inizierà al Campo 1 dell'Atelier, posto nella sede del Parco Nazionale.  In questo spazio dedicato al 'welcoming', lo staff dell'Atelier presenterà i progetti e le esperienze offerte ai visitatori, dai più piccoli ai più grandi. Agli educatori svedesi saranno presentati i progetti 'From Wave to Wave - Atelier of Waters and Energies' e "Energy of natures, Nature of the Energies"

Nel Campo Base dell'Atelier, all'interno della Centrale idroelettrica, questi stessi progetti potranno essere sperimentati dal gruppo di visitatori.  

La partenza alla volta di Reggio Emilia è prevista per le 17.30

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr