MaB UNESCO Appennino al Congresso Rotary Emilia Romagna

Il nostro Patrimonio, un Dono per il Mondo: Cultura, Salute, Ambiente

( Sassalbo, 14 Giugno 16 )

Il Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano e la Riserva MaB UNESCO saranno presenti al III° Congresso del Distretto Rotary 2072 – Emilia Romagna, Repubblica di San Marino - organizzato a Rimini dal 17 al 19 giugno presso il Palazzo dei Congressi, dal titolo "Il nostro Patrimonio, un Dono per il Mondo: Cultura, Salute, Ambiente". Attesi nelle due giornate gli interventi di Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia Romagna, Elena Cattaneo, Senatrice a vita e ricercatrice fra le più prestigiose al mondo, Nicoletta Previsani, Coordinatrice OMS  Global Eradication Polio Initiative - Ginevra, Ilaria Borletti Buitoni, Sottosegretario di Stato al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Fausto Giovanelli, Presidente del Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano, Gian Luca Galletti, Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

"Il congresso distrettuale affronterà il tema del patrimonio che si coniuga con la spinta verso il futuro – afferma in una nota il Governatore del Distretto Rotary 2072, Paolo Pasini - Quest'anno, infatti, ci siamo dedicati al patrimonio enorme di cui disponiamo, umano, di creatività, di idee, di fiducia, di valori condivisi che permettono di realizzare obiettivi operando insieme, con una ragione profonda che vede nella realizzazione di un proprio progetto un bene per tutti".

La giornata di domenica 19 sarà dedicata al racconto di progetti e testimonianze sull'attività del Rotary sul territorio e nel mondo. In questa sessione si parlerà anche di UNESCO e il presidente del Parco Nazionale Giovanelli, farà una relazione sulla Riserva dell'Uomo e della Biosfera UNESCO dell'Appennino Tosco Emiliano. A seguire interverrà il Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio Gian Luca Galletti. 

"Le Riserve Man & Biosphere tutelano i territori in cui le comunità sono in sviluppo armonico con la biodiversità – spiega Giovanelli - L'accezione "Riserva" non deve far pensare a luoghi chiusi, immutabili e inaccessibili all'uomo e alle sue attività; il termine deve essere inteso nella sua accezione anglosassone, più qualificante, di "patrimonio", "presidio", "capitale". Le Riserve MaB nel mondo e in Appennino sono una "cassaforte" di risorse umane e naturali, da  proteggere perché costituiscono la fonte di ricchezza, che può garantire lo sviluppo sostenibile delle comunità residenti sul territorio ed anche di quelle adiacenti".

Durante il Congresso Rotary, all'interno del Palacongressi da 17 venerdì a 19 domenica, sarà allestita  la mostra "Behind food sustainability. Il Cibo e l'Ambiente" prodotta da UNESCO in occasione di Milano Expo 2015 per valorizzare le esperienze provenienti dalla rete delle designazioni UNESCO - i siti del Patrimonio Mondiale, le Riserve di Biosfera e gli elementi del Patrimonio Culturale Immateriale - reinterpretate come modelli di sostenibilità alimentare, dai quali trarre ispirazione per un futuro sostenibile. Inoltre la mostra UNESCO presenta una sezione dedicata all'Area MaB dell'Appennino Tosco Emiliano che approfondisce alcuni temi specifici: 'Un patrimonio dalla storia, un futuro da costruire L'Appennino Tosco-Emiliano Riserva Mab Unesco'; 'Intreccio di diversità biologiche e culturali. Nell'equilibrio tra uomo e natura il segreto per affrontare i rischi dell'omologazione'; 'Frontiera climatica, terra di passaggio, incanto di paesaggi Tra Europa e Mediterraneo, tra pianura padana e mare, un caleidoscopio della natura'; 'Riserva delle sorgenti', energia per la vita Preservare e gestire l'acqua, risorsa primaria'; 'Coltivare l'Appennino, contribuire ad una sfida globale Dall'adattamento al territorio produzioni di qualità in armonia con l'ambiente'; Coltivare l'Appennino, sviluppare l'economia locale L'agroalimentare presidio del territorio, fattore di identità collettiva e di coesione sociale'; 'Azione e responsabilità condivisa fanno la differenza Pensare al mondo per agire efficacemente sul proprio territorio'

Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr