Emilia e Toscana si incontrano a Bagnone

Venerdì 8 aprile, gli Assessori all'Ambiente delle Regioni Toscana ed Emilia Romagna per una giornata dedicata all'Unesco

( Sassalbo, 30 Marzo 16 )

Venerdì 8 aprile 2016 alla presenza delle Regioni Toscana ed Emilia Romagna si terrà presso il Teatro Comunale di Bagnone (MS) dalle ore 15.30, una giornata dedicata alla Riserva MaB UNESCO dell'Appennino Tosco Emiliano.
Si inizierà con il saluto del Sindaco di Bagnone, Carletto Marconi. Introdurrà i lavori il presidente del Parco Nazionale, Fausto Giovanelli. Seguirà la presentazione del documento di candidatura a cura dei tecnici del Parco Nazionale. I lavori continueranno con la Tavola rotonda 'Un patrimonio dalla storia, un futuro da costruire', a cui partecipano Giacomo Bugliani, Consigliere Regione Toscana, Fausta Fabbri, dirigente della Direzione Agricoltura e sviluppo rurale della Regione Toscana, operatori e rappresentanti del mondo della scuola e del territorio di Lunigiana e Garfagnana.
Le conclusioni della giornata saranno di Federica Fratoni Assessore Regione Toscana Ambiente e Difesa del Suolo e di Paola Gazzolo Assessore Emilia Romagna Ambiente e Difesa del suolo.

A seguire gli alunni dell'Istituto Alberghiero "Pacinotti" di Bagnone presenteranno una degustazione a base dei prodotti del paniere MAB UNESCO

Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr