Dal Brasile un video per raccontare SCORE

Un’ esperienza unica di ritorno alle radici

( Sassalbo, 01 Febbraio 16 )

Silas Denzin Massini, residente a Rio Claro, in Brasile, è uno dei quaranta ragazzi, discendenti di emigrati in Argentina e Brasile che hanno lasciato in passato i nostri luoghi, selezionati per il progetto SCORE e partecipanti del soggiorno formativo che si è svolto in Garfagnana a settembre 2015 alla scoperta della terra dei propri antenati e rappresenta una terra che esprime un importante sistema di relazioni in stretta collaborazione con il progetto. Le capacità personali e professionali, nonché quello che la varietà di esperienze vissute nel Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano gli hanno suggerito, lo hanno portato a realizzare un interessante video di sintesi e promozione territoriale. Proprio in questi giorni ha ultimato e pubblicato il suo documentario sul Progetto SCORE, promosso dall'Unione Comuni Garfagnana nel Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano a cui ha potuto partecipare per le sue origine emiliano romagnole e la sua continua attività di promozione del territorio delle origini al servizio degli emilianoromagnoli nel Mondo.

Il lavoro è frutto dell'intensa attività di ripresa effettuata durante la settimana formativa in Garfagnana con cui, a settembre 2015, è partita una eccezionale esperienza di mobilità e apprendimento non formale nel settore turismo di ritorno alle radici, a favore di ben 50 giovani, locali della Garfagnana e delle zone del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano, Regione Toscana e Regione Emilia Romagna e discendenti di emigrati in Argentina e Brasile provenienti dalla stessa area o comunque di origine toscana o emiliano-romagnola. Il filmato affianca e mescola all'esperienza vissuta l'aspetto più umano e relazionale tramite contributi ed interviste a soggetti che da molteplici punti di vista hanno potuto descrivere in chiave nuova il territorio, quello che rappresenta e può ancora rappresentare se opportunamente valorizzato anche grazie a nuove strategie di turismo sostenibile come quello di ritorno alle radici.

PROGETTO SCORE 2015 https://youtu.be/vOcGosozf_0

"SCORE! Support to Capacities for tOurism of Retourning Emigrants" è un progetto coordinato dall'Unione  Comuni Garfagnana e cofinanziato dall'Unione Europea nell'ambito del programma Erasmus + "Ka2 – Cooperation for innovation and the exchange of good practices -Capacity Building in the field of youth" in partenariato con l'Associazione Lucchesi nel Mondo di Mar del Plata e Federacion de Asociaciones Italianas de Cordoba (FAIC) in Argentina, l'Associazione Lucchesi Toscani nel Mondo di Jacutinga e Associazione Giovani Cuori di San Paolo in Brasile e in collaborazione con altri partner europei. La novità del progetto è quella di puntare allo sviluppo di competenze professionali per giovani con origine dal territorio che vogliono inserirsi nel settore del turismo, del marketing turistico e della promozione dei territori locali sviluppando una nuova forma di promozione, quella del turismo di ritorno alle radici, attraverso un'esperienza di soggiorno e scambio formativo tra Paesi partner attraverso lo svolgimento. Un training course di apprendimento non formale per la creazione di una figura professionale di "operatore nel campo del turismo di ritorno alle radici", destinato al coinvolgimento di giovani inoccupati per il miglioramento di competenze e lingua, rafforzando il legame già esistente tra il territorio dell'Unione Comuni Garfagnana, il Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano, le Regioni Toscana ed Emilia Romagna e le comunità di emigrati presenti nell'area dei soggetti partner.                                                        

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr