La Lunigiana festeggia i suoi ritorni con Parco nel Mondo

Taponecco e Bagnone in festa

( Sassalbo, 05 Agosto 15 )

La Lunigiana si prepara a un fine settimana ricco di appuntamenti e suggestioni. L'estate è tempo di ritorni e di emozionati incontri, in questo contesto si inseriscono i riconoscimenti che il progetto 'Parco nel Mondo' assegna a tanti cittadini legati alla loro terra d'origine.

Sabato 8 e domenica 9 agosto nell'antico borgo di Taponecco, nel Comune di Licciana Nardi, anche quest'anno, si svolgerà la 'Festa Paesana'. Nelle due giornate, a partire dalle ore 16.00, una atmosfera suggestiva che affonda le sue radici nel passato farà rivivere lo splendore del piccolo paese. Spazi espositivi e laboratori dal vivo proporranno attività diverse, tutte legate alla tradizione del territorio: il grano, la castagna, le erbe, il latte, il vino, la pietra, la lana, il miele e la canapa. Sarà inoltre aperta al pubblico e visitabile l'antica casa della famiglia Nardi, ristrutturata e divenuta Centro visita del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano.

Domenica 9, a partire dalle ore 17.30, sarà il momento dedicato al progetto 'Parco nel Mondo", in collaborazione con il Comune e della Proloco 'Giuseppe Malaspina' di Licciana Nard. Il sindaco Enzo Manenti e il presidente del Parco Nazionale, Fausto Giovanelli, consegneranno  "Cittadinanze affettive" a compaesani emigrati o loro discendenti che in estate si ritrovano in Appennino, attratti dal costante richiamo della terra di origine dalle proprie residenze, anche oltreoceano. Alle ore 21.00 la manifestazione si chiuderà con la proiezione del documentario audiovisivo di "Parco nel Mondo", che sintetizza e racchiude incontri, esperienze, iniziative e prospettive di sviluppo dei primi cinque anni della sua attività sul territorio nel Parco Nazionale e presso le numerose comunità di emigrati all'estero.

Lunedì 10 Agosto dalle ore 17.00, l'appuntamento è presso il Museo Archivio della Memoria, Palazzo del Consiglio di Bagnone, dove si svolgerà la Festa del Ritorno "Bagnone nella vita dei bagnonesi emigrati - Voci e immagini tra libri, siti web, rassegne fotografiche d'epoca", un nuovo momento di condivisione e animazione territoriale per 'Parco nel Mondo'.

La grande sinergia sviluppata negli ultimi anni con l'Archivio della Memoria ha consentito, anche quest'anno, di realizzare un evento di estremo coinvolgimento in cui verrà assegnata la cittadinanza affettiva ai Sig.ri Carlo Bruno Brunelli, Giovanni Ruggeri (alla memoria) e Olivano Sarti Taddei, bagnonesi che hanno portato nel cuore le loro radici e promosso la conoscenza del loro territorio di origine attraverso una significativa attività culturale, valorizzando la storia del paese, i suoi protagonisti, la loro vita quotidiana, le tradizioni e ricorrenze per conservare e trasmettere un senso di identità e memoria collettiva del caro borgo dell'Appennino lunigianese.

Programma della manifestazione: Saluti del sindaco del Comune di Bagnone, Carletto Marconi; saluti del presidente del Parco Nazionale, Fausto Giovanelli; proiezione dell'audiovisivo "Parco nel mondo"; introduzione della direttrice del Museo Archivio della Memoria, Francesca Guastalli; attribuzione delle cittadinanze affettive "Parco nel mondo". Presentazione delle motivazioni delle Cittadinanze Affettive a cura di Francesca Guastalli, Ivana Fornesi e Olivano Sarti Taddei.

L'iniziativa è organizzata dal Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano – Progetto "Parco nel Mondo"; Comune di Bagnone; Museo Archivio della Memoria.

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr