A Casarola l’architettura diventa esperienza indimenticabile

( Sassalbo, 15 Luglio 15 )

Sabato 11 luglio 2015 si è conclusa con grande successo e partecipazione la II Edizione del Workshop di Composizione Architettonica "La casa del poeta", evento che si è svolto nella settimana dal 05 all'11 luglio a Casarola di Monchio delle Corti, ideato e diretto da Vittorio Uccelli, con il coordinamento organizzativo di Simone Cagozzi.

 Il Workshop ha coinvolto per una intera settimana 25 studenti provenienti da diverse facoltà di architettura italiane, nonché15 visiting critics saliti a Casarola da tutte le regioni italiane: dal Politecnico di Bari allo Iuav di Venezia, dal Politecnico di Milano all'Università degli Studi di Parma e da altre esperienze.

"La casa del poeta" è una iniziativa patrocinata dal Politecnico di Milano, con i contributi del Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano, dall'Ente per la Gestione dei Parchi e Biodiversità Emilia Occidentale, dal Comune di Monchio delle Corti e dal Comitato Pro Casarola.

A partire da profonde riflessioni sul destino della casa del poeta Attilio Bertolucci, e dei figli Giuseppe e Bernardo Bertolucci, durante il seminario sono stati affrontati diversi casi studio, paradigmatici per lo studio e l'approfondimento dei sofferenti borghi dell'Appennino Parmense.

Gli studenti hanno potuto confrontarsi con studiosi, appartenenti anche a varie discipline umanistiche, in un turbinio di lectures, conferenze e attività di progettazione in forma di atelier.

Al termine della settimana di studi sono stati presentati 8 progetti, ognuno con una sua linea di ricerca originale, i quali sono stati sottoposti alla critica di un autorevole Comitato Scientifico composto da professori di Composizione Architettonica e dalle autorità che hanno reso possibile la realizzazione di questo progetto.

Durante tutto il soggiorno i numerosi ospiti, studenti e docenti, sono stati ospitati sul territorio del comune di Monchio delle Corti, e ne hanno potuto apprezzare sia le bellezze naturalistiche che architettoniche, oltre che essere stati accuditi dai volontari del Comitato Pro Casarola presso il centro culturale Le Ciliegie.

L'evento ha attirato numerose visite illustri, a partire dal Sottosegretario al Ministero dell'Economia Paola De Micheli che ha voluto visitare i luoghi della cultura e della produzione del Comune di Monchio delle Corti.

Per tutti gli ospiti si è trattato di una esperienza indimenticabile, da ripetere senz'altro nella III edizione 2016

Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1 PagoPA
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr