90 insegnanti da 25 Paesi all’Atelier Di Onda in Onda

( Sassalbo, 08 Luglio 15 )

Sabato 11 luglio l'Atelier Di Onda in Onda a Ligonchio, nel Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano ospiterà un gruppo internazione composto da 90 persone provenienti da venticinque Paesi: Argentina, Australia, Bahrain, Brasile Canada, Cile, Cina, Colombia, Honk Kong, Ungheria, India, Irlanda, Israele, Malta, Pakistan, Russia, Singapore, Sud Corea, Spagna, Svizzera, Tailandia, Emirati Arabi, USA, Vietnam.

Insegnanti, pedagogisti, direttori didattici e artisti sono arrivati a Reggio Emilia domenica scorsa per partecipare alla terza edizione della Summer School organizzata da Reggio Children – Centro internazionale 'Loris Malaguzzi'. Dopo cinque giorni di formazione, sabato 11 luglio saranno a Ligonchio per sperimentare l'approccio didattico che Reggio Children e il Parco Nazionale hanno reso concreto con il progetto dell'Atelier delle Acque e delle energie 'Di Onda in Onda', ospitato nella storica Centrale dell'ENEL.    

La Summer School quest'anno è legata ai temi di Expo, 'Educazione di qualità per nutrire il pianeta'.  Sostenibilità, cultura dell'atelier e cibo d'eccellenza sono sicuramente temi riconducibili all'Appennino Tosco Emiliano e che gli sono valsi il riconoscimento come Riserva 'Uomo e Biosfera' dell'UNESCO. Anche quest'incontro internazionale sarà l'occasione per costruire un momento di dialogo, studio, ricerca e confronto tra le persone provenienti da diversi contesti culture e da esperienze diverse.

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr