Un'indimenticabile giornata ciaspolosa

La Media Piaget dalla Spezia a Lagdei

( Sassalbo, 27 Febbraio 15 ) In questi giorni un gruppo di studenti della scuola media inferiore Jean Piaget della Spezia sta seguendo uno stage formativo nel Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano, nell'ambito del progetto 'Neve Natura e Cultura'.  Non è la prima volta che gli insegnati della Piaget scelgono il crinale parmense del Parco Nazionale come meta di escursioni scolastiche. Si è andato, infatti , consolidando un rapporto di collaborazione tra la Scuola, i gestori del Rifugio Lagdei e la guida Antonio Rinaldi.
"Il Parco ci ha accolto con tantissima e freschissima neve – raccontano gli insegnanti - il rifugio Lagdei, Centro visite del Parco Nazionale, è caldo e accogliente, offre ottimo cibo e le guide sono disponibili e pazienti, in grado di trasmettere tutta la loro passione per la natura". Anche i ragazzi sono entusiasti: "Abbiamo lasciato le nostre impronte nel bosco e il bosco silenzioso e incantato ci ha lasciato un impronta nel cuore".

Il programma realizzato dallo staff del Parco Nazionale e dalla guida Rinaldi ha previsto principalmente ciaspolate nella neve fresca, caduta copiosa in queste settimane. Due le escursioni: al Lago Santo, con sosta al Rifugio Mariotti, e nella Riserva Guadine Pradaccio con la guida e con Corpo Forestale dello Stato, fino al Rifugetto della Forestale sul lago. La parte didattica ha puntato, invece, sulla scoperta della natura e della fauna selvatica, con una particolare attenzione alla fotografia naturalistica. Mario Pedrelli, Lipu Parma e incaricato dal Parco Nazionale per lo studio dell'Aquila, ha guidato i ragazzi alla scoperta del mondo dei rapaci, mentre Andrea Greci giornalista, fotografo professionista e autore di diverse pubblicazioni sul Parco Nazionale ha spiegato i primi rudimenti della fotografia  e ha condotto, con i ragazzi stessi, un'analisi delle foto realizzate nei due giorni della gita.

Per chi volesse conoscere le offerte formative del Parco Nazionale o le tante opportunità di turismo sostenibile gli appuntamenti sono alla Spezia dal 1 al 3 maggio e a Sarzana dall'8 al 10 maggio.

Condividi su
 
© 2020 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54013 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1 PagoPA
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr